18 Settembre 2021 Segnala una notizia
Brugherio, il primo weekend di divieti al Parco tutto tranquillo...più o meno

Brugherio, il primo weekend di divieti al Parco tutto tranquillo…più o meno

15 Aprile 2014

I love Parco Increa, il progetto dell’amministrazione Troiano che tende a restituire il polmone verde ai brugheresi con i divieti di grigliare, gettare rifiuti e parcheggiare selvaggiamente, sembrerebbe riuscito almeno per il primo fine settimana da quando è entrata in vigore l’ordinanza.

brugherio-parco-increa-divieti-cartelli-by-fbSoltanto una decina le famiglie che hanno tentato di portarsi la griglia da casa, un centinaio di parcheggi a pagamento occupati e una tranquillità che sembrava surreale. Secondo il sindaco Marco Troiano e l’assessore Marco Magni, che hanno presenziato all’apertura dei controlli sia sabato che domenica e nel parco stesso, tutto è andato alla perfezione e l’esperimento di rimettere a nuovo il polmone verde della città sembra riuscito.

Ma sulla pagina facebook di alcuni assessori e anche tra i frequentatori del parco non sono mancati commenti negativi. «In questo primo weekend abbiamo visto che è davvero possibile vivere al meglio il nostro parco Increa. E’ andata bene e siamo soddisfatti, non lo nascondiamo. Il merito è dei cittadini che hanno scommesso su questa nuova modalità di vivere il parco, e di chi ci ha dato una mano a realizzare in concreto il nostro progetto, dalla Polizia Locale ai Carabinieri, dall’Associazione nazionale Carabinieri alla Protezione Civile, senza dimenticare gli altri uffici del Comune», ha commentato il sindaco Troiano che insieme all’assessore e ai vigili ha presidiato i vialetti durante la giornata.

troiano-magni-parco-increa-by-fb«Stiamo ridando il parco ai Brugheresi come volevamo – ha aggiunto Magni – anche l’azione di informazione è andata benissimo al punto che i pochi che hanno tentato di portare le griglie all’interno, quando hanno trovato il blocco dei vigili se ne sono tornati indietro; dobbiamo solo potenziare l’informazione sulla navetta gratuita che parte dal parcheggio in piazza XXV aprile perché molti non lo sapevano; nessun parcheggio selvaggio comunque è stato registrato in via Increa».

Sulla rete non sono mancate le lamentele di alcuni cittadini, secondo i quali vietare tutto non serve a molto e che forse i barbecue andavano dati in gestione, come avviene altrove.

Naturalmente non sono d’accordo i residenti delle zone intorno sommersi letteralmente dalle auto di chi voleva evitare di pagare il parcheggio interno al parco da 3.50 a 5 euro, e che hanno chiesto dei pass per poter entrare con le auto nelle vie dove risiedono.

Intanto se il test sembra passato per il fine settimana, determinante sarà vedere come andrà a finire quello di Pasqua e Pasquetta.

________________________

Foto by pagina FB del sindaco Marco Troiano

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Laura Marinaro
Giornalista dalla punta dei capelli a quella dei piedi. Nella vita di cronista e di comunicatore a 360 gradi ho fatto di tutto. Gli inizi a La Notte, ultimo quotidiano del pomeriggio, e poi i viaggi per il mondo. Il ritorno alla cronaca è stato a Monza dove attualmente faccio base ma per espandermi nel milanese e in Lombardia. Amo indagare soprattutto sui fenomeni di corruzione. Ho pubblicato due libri, uno sui papà separati e uno sulla Corruzione e ora sono impegnata nel sociale con CosaPubblica. Passioni? Oltre il lavoro la mia splendida Martina;)


Commenti

  1. italiani penosi…. ma non possono andare in bici?…. devono per forza usare la macchina… che paese pietoso… bravo il sindaco a vietare le grigliate… ottimo lavoro

    • Darkkest dice:

      beh non è che tutti abitano a un tiro di schioppo, ci sta pure che uno venga in macchina ma a determinate condizioni. E paghi, come è giusto che sia.

Articoli più letti di oggi