04 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Pioggia di osservazioni per il Piano provinciale dei rifiuti

Pioggia di osservazioni per il Piano provinciale dei rifiuti

14 Marzo 2014

Ottanta osservazioni per il nuovo piano provinciale dei rifiuti. Entro aprile il documento approderà in Consiglio provinciale. Nel frattempo, però, i tecnici di palazzo Grossi si stanno danno da fare per mettere a fuoco le osservazioni pervenute da parte degli enti territoriali. L’obiettivo primario del documento è contenere la produzione dei rifiuti e raggiungere i livelli di raccolta differenziata previsti dalla normativa nazionale e dal nuovo piano regionale che sono indicati in almeno il 65%.

allevi-dario-mb

Dario Allevi

“Le osservazioni presentate dai Comuni rappresentano un ulteriore sprone per perseguire gli ambiziosi obiettivi che abbiamo previsto nel piano – spiega Dario Allevi, presidetnte della Provincia -. Siamo certi che il lavoro di squadra avviato con le amministrazioni comunali contribuirà a elevare gli standard e migliorare la qualità dei servizi pubblici”.

Gli obiettivi di palazzo Grossi sono quattro: ridurre la produzione di rifiuti urbani, raggiungere elevati livelli di differenziata e di qualità della raccolta al 2020, aumentare il recupero di materia ed energia e azzerare il rifiuti urbano residenziale in discarica, autosufficienza per il trattamento del rifiuto urbano residenziale. Poi, sono previsti altri obiettivi di natura strategica fra i quali emerge l’estensione della tariffazione puntuale “al maggior numero di Comuni, sino a una copertura totale provinciale per il 2020. Un quartiere di Lissone ha già iniziato la sperimentazione e lo stesso sta accadendo a Seregno.

“E’ necessario abbandonare una volta per tutte la logica del rifuuti come mero scarto e considerarlo finalmente fonte di nuovi cicli produttivi – ha aggiunto l’assessore provinciale all’Ambiente, Martina Sassoli -. Le innovazioni tecnologiche oggi consentono di suoerare le logiche di smaltimento seguite finora, consapevoli che il lavoro di squadra avviato con le amministrazioni comunali contribuirà a elevare gli standard e migliorare la qualità dei servizi pubblici”. L’assessore Sassioli ha sottolineato poi l’elemto innovatico introdotto dal piano rifiuti della Brianza rispetto ad altri visto che allinea i criteri di localizzazione degli impianti con le previsionbi del piano territoriale di coordinamento.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi