25 Novembre 2020 Segnala una notizia
Tabaccai in rivolta: "O aumenta l'aggio o sciopero ad oltranza". Anche Monza e Brianza lo sciopero

Tabaccai in rivolta: “O aumenta l’aggio o sciopero ad oltranza”. Anche Monza e Brianza lo sciopero

1 Marzo 2014

“Abbiamo cercato il dialogo, abbiamo provato a spiegare l’origine dell’impoverimento di una categoria, quella dei tabaccai, ancora oggi considerata, a torto, ricca. Ora il tempo delle parole è scaduto. Si passa all’azione. I tabaccai scioperano e chiedono l’aumento dell’aggio!”. Così Giovanni Risso, Presidente Nazionale della Federazione Italiana Tabaccai, annuncia lo sciopero e lo stato di agitazione permanente della categoria attraverso una nota stampa.

“Dal tre marzo prossimo, i tabaccai si asterranno dalla vendita del tabacco dalle 9 alle 12 di ogni lunedì, ad oltranza. Almeno finché la politica e le Istituzioni competenti non avranno colmato quel vuoto normativo su cui si combatte una guerra non nostra. La nostra neutralità è indubbia e storicamente accertata – spiega Risso – se dunque altri decidono di portare avanti una guerra di posizione, facendo scendere i prezzi delle sigarette, facciano pure. Ma non si ignori che il nostro aggio è una percentuale di quei prezzi e che, quindi, più questi scendono più il nostro aggio deve aumentare. Solo così, infatti – conclude il Presidente Nazionale della FIT – si può compensare la perdita di redditività delle nostre tabaccherie fiaccate dal calo delle vendite, connesso anche al mercato illecito ed al proliferare di prodotti succedanei”.

Anche i tabaccai di Monza e Brianza hanno aderito allo sciopero di lunedì. Tabagisti, avvertiti.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Commenti

  1. e un bel chi se ne frega non ce lo mettiamo?per me possono chiudere tutti, rimangono in piedi solo per la vendita di sigarette( di cui si può fare a meno). !!biglietti bus alle macchinette, francobolli non li usa piùù nessuno..

Articoli più letti di oggi