04 Dicembre 2020 Segnala una notizia
'La Grande Bellezza' vince l'Oscar. Sorrentino ringrazia Fellini e Maradona

‘La Grande Bellezza’ vince l’Oscar. Sorrentino ringrazia Fellini e Maradona

3 Marzo 2014

“La grande bellezza” di Paolo Sorrentino ha vinto l’Oscar per il miglior film straniero. “Grazie alle mie fonti di ispirazione che sono Federico Fellini, Martin Scorsese, Diego Armando Maradona, a Roma, a Napoli e alla mia più grande bellezza personale, Daniela, Anna e Carlo”. Queste le prime parole di Paolo Sorrentino sul palco del Dolby Teathre dopo aver ricevuto l’Oscar per “La Grande Bellezza”.

L’Oscar torna in Italia dopo 15 anni. L’ultimo ad aver conquistato la statuetta era stato Roberto Benigni con “La vita è bella” nel 1999. Ad annunciare la vittoria della “Grande Bellezza” sono stati Ewan McGregor e Viola Dacis. Sorrentino ha ricevuto il premio insieme a un entusiasta Toni Servillo e il produttore Nicola Giuliano.

Un pezzo di Oscar va anche in Brianza, grazie alla Medusa Film che ha prodotto l’opera di Sorrentino: la Medusa Film è dal 1995 parte del gruppo Mediaset di proprietà della famiglia Berlusconi.
Il neoministro dei Beni Culturali Dario Franceschini ha chiamato al telefono Sorrentino per esprimergli “gioia e ringraziamenti”. “Al risveglio – ha scritto su Twitter – sarà per l’Italia un’iniezione di fiducia in se stessa. Viva Sorrentino, viva il cinema italiano! Quando il nostro Paese crede nei suoi talenti e nella sua creatività, torna finalmente a vincere”.

Orgoglio italiano per Paolo Sorrentino e per il suo film ‘La Grande Bellezza’. Così di buon mattino il presidente del Consiglio Matteo Renzi in un tweet plaude all’ Oscar italiano: “in queste ore dobbiamo pensare ad altro e lo stiamo facendo. Ma il momento orgoglio italiano per Sorrentino e #LaGrandeBellezza ci sta tutto”. (Ansa)

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Commenti

  1. cristina dice:

    film di una pesantezza cosmica, e viste le dediche motivo per non guardarlo..:-)

  2. UN BEL “CHI SE NE FREGA”?

    che poi cosa c’entra con un giornale locale sta notizia?

  3. Darkkest dice:

    In tutta la mia vita sono uscito dal cinema prima della fine due sole volte. Una è stata per la grande bellezza, resistendo fino a metà, ma poi era troppo. E sì che di film di merda ne ho visti e anche tanti…

    • marcoL dice:

      Io son uscito per questo ( pesanteeeeeee ) e per Cloud Atlas con tom hanks che è lungo come la morte.. non capisco come sul giornale di monza se ne parli..mah!

  4. ilmiaoista dice:

    lo scaricherò sicuramente tramite torrent. di certo non spendo soldi per un film marchettato da tutti. a giudicare dalla critica di persone ”normali” dev’essere un film pallosissimo. comunque voglio vedere prima di giudicare?

    detto questo mi spiegate cosa c’entra quella squallida cerimonia decadente e disgustosamente occidentale dove persone comune (spesso anche al di sotto del comune) vengono idolatrate manco avessero ritrovato la cura per il cancro (anche un solo tipo sarebbe già tanto)? non bastavano i media nazionali e internazionali a fracassarci il cazzo con quei divi viziati e milionari.

  5. sorrentinochi? dice:

    gli oscar, specie per categorie minori come film in altre lingue, si comprano.
    penso che sto film non esuli dal discorso.
    adesso renzi penserà di avere risolto i problemi dell’itaglia …

Articoli più letti di oggi