Ambiente

Desio, tutti a scuola a piedi. Con la primavera scatta il Pedibus

I bambini indossano una pettorina gialla con lo slogan “La mia auto dorme ancora, io invece sono bello sveglio”.

pedibus-desio-(5)

Il Pedibus a Desio si è messo in moto. Martedì è partita la colonna di bambini accompagnati da volontari che ogni giorno fino alla chiusura dell’anno scolastico andrà a scuola a piedi.

Si tratta di un progetto finalizzato a sviluppare l’autonomia di spostamento dei più piccoli nel quartiere, eliminando, al tempo stesso, un inutile o sovradimensionato utilizzo dell’auto privata. Insomma un bus che al posto delle ruoto ha i piedi degli studenti, una comitiva che fa tanto di fermate perché lungo il percorso si aggregano altri bambini.

Tre i percorsi studiati per raggiungere le elementari di via Dolomoti, e i bambini saranno ben riconoscibili perché indosseranno una pettorina gialla con lo slogan “La mia auto dorme ancora, io invece sono bello sveglio”.

Il progetto intanto si sta allargando, il Pedibus partirà anche verso la scuola elementare di via Prati ogni martedì e mercoledì a partire dal 29 aprile e fino al 4 giugno. Intanto dal comune parte l’appello per cercare altri volontari accompagnatori per tutte le altre scuole elementari.

Il progetto è promosso dall’assessorato alle Politiche educative e realizzato grazie alla disponibilità delle famiglie e all’impegno di Protezione Civile Desio, Comitato di Quartiere San Giovanni-Bolagnos, Comitato Genitori Dolomiti, IC Tolstoj – primaria Dolomiti, Polizia Locale e Servizio Scuola e Formazione.

 

Più informazioni
commenta