Politica

Allevi lancia un appello al neo ministro Boschi: “Salvi le Province”

Allevi cita la sentenza di pochi giorni fa del Tar Liguria che ha annullato il decreto di scioglimento del consiglio provinciale di Genova.

Dario-Allevi-provinciaMB

In pressing sul nuovo ministro alle Riforme istituzionali. La nomina di Matteo Renzi a presidente del consiglio ha portato anche una ridefinizione della squadra dei ministri e quello delle Riforme istituzionali, competente per quanto riguarda la cancellazione delle Province, è passato da Graziano De Rio a Maria Elena Boschi. E il cambio della guardia ha spinto il presidente della Provincia di Monza, Dario Allevi, a chiedere una revisione del Ddl che prevede l’eliminazione degli enti intermedi in nome della spending rewiev. “Ci sono ancora margini per tornare indietro – ha detto Allevi -, per non immolare le Province sull’altare della demagogia, salvandole da un provvedimento frettoloso e sbagliato, che non solo ‘non le abolisce’ ma ne aumenta i costi di gestione”.

Allevi, in particolare, mette in risalto la sentenza di pochi giorni fa del Tar Liguria che ha annullato il decreto di scioglimento del consiglio provinciale di Genova e la conseguente nomina del Commissario straordinario: una pronuncia, questa, che si somma alla illegittimità dell’abolizione delle Province nella Regione Sicilia dichiarata qualche settimana fa e al ricorso già preannunciato dal governatore Maroni contro il commissariamento delle Province lombarde. Secondo Allevi, dunque, la questione è una sola: il commissariamento forzato delle Province è illegittimo. 

“Mi rendo conto che serve un atto di coraggio per proporre uno stop al Ddl Delrio – ha concluso -, ma è l’unica via per ridefinire in un disegno di riforma complessiva il ruolo degli Enti intermedi. Mi auguro che il nuovo Ministro voglia approfondire anche i dati circa il reale peso delle Province sulla finanza pubblica, per un’operazione verità che restituisca dignità a questi Enti”.

commenta