01 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Morto Antonio Pizzi, Procuratore Generale a Bari, ex Procuratore Capo a Monza

Morto Antonio Pizzi, Procuratore Generale a Bari, ex Procuratore Capo a Monza

27 Febbraio 2014

Gioviale, affabile e determinato nel suo lavoro, Antonio Pizzi è stato uno dei magistrati più conosciuti in Lombardia per le numerose inchieste, tra cui quella sugli omicidi delle “Bestie di Satana” e prima ancora sulla “P2”. Stroncato da una leucemia fulminante, è morto a 72 anni all’Ospedale Niguarda di Milano.

Era diventato Procuratore Generale presso la Corte d’appello di Bari, dove era arrivato al termine del suo incarico come Procuratore Capo a Monza, incarico preso dopo aver lavorato a lungo come giudice a Milano.

Antonio Pizzi, barba bianca ed occhi azzurri e diretti, ha diretto a Monza una delle indagini (cominciata in vero a Busto Arsizio) sul gruppo di giovani denominati “Bestie di Satana”, balzati agli onori di cronaca per una sfilza di omicidi commessi a fine anni novanta e primi anni del duemila. Battuta sempre pronta, sorriso mai negato, Pizzi è rimasto alla Procura di Monza per 5 anni, collaborando all’avvio della maxi inchiesta “Infinito” fin quando, nel 2009, non fu nominato Procuratore Generale e poi lasciò la Lombardia per Bari. Indimenticabile la grande umanità verso le famiglie di chi perse i figli per la banda di veneratori di Satana assassini, e la dedizione che impiegò nella ricerca del corpo di Christian Frigerio, sparito nel 1996 e sospettato essere stato la prima vittima delle “Bestie”.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi