02 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Maroni contro il commissariamento delle Province: pronto un ricorso

Maroni contro il commissariamento delle Province: pronto un ricorso

21 Febbraio 2014

Il Pirellone è pronto a ricorrere contro il commissariamento delle Province. A Roberto Maroni, governatore di Regione Lombardia, la cancellazione delle Province non è mai piaciuta e secondo le ultime informazioni filtrate, all’ordine del giorno della riunione di giunta di oggi verrà discusso il ricorso alla Corte costizuonale contro gli articoli della legge di Stabilità che regolamentano il commissariamento delle Province in attesa della legge di riordino degli enti locali.

Maroni ha sempre bollato come incostituzionale il percorso di riforma delle Province intrapreso negli ultimi due anni. La decisone di valutare un ricorso arriva a pochi giorni di distanza da un altro ordine del giorno votato dal Consiglio regionale col quale si chiede a Roma di demandare alle Regioni il compito di decidere autonomamente il riordino egli enti intermedi.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Commenti

  1. MassimoC dice:

    Quello che conta non è che si chiamino “province” piuttosto che “assemblee dei sindaci” o “aree metropolitane” nelle città più grandi. Per me si potrebbero anche chiamare “contee” o “lander”.
    Quello che conta è farle lavorare, dar loro poteri per lavorare. Salvare le province va benissimo (e in quanto Monzese ne sono ancora più felice), ma a Roma facciano sì che escano da questo limbo fatto di aria fritta e possano essere messe in condizioni di operare sul serio.

Articoli più letti di oggi