05 Dicembre 2020 Segnala una notizia
La Provincia mette in vendita i "gioielli di famiglia"

La Provincia mette in vendita i “gioielli di famiglia”

10 Febbraio 2014

La Provincia fa cassa per non lasciare il lavoro a metà. La cancellazione degli enti intermedi sembra oramai cosa fatta. Il decreto Del Rio, salvo sosprese, completerà il suo corso e sancirà l’abolizione delle Province in nome della spending review.

A palazzo Grossi, tuttavia, sono iniziate le grandi manovre per vendere alcuni gioielli di famiglia e finanziare col ricavato alcuni interventi considerati come prioritari. Fra gli immobili da vendere compare anche la vecchia caserma dei vigili del fuoco e l’obiettivo è di ricavare 46 milioni di euro, la maggior parte dei quali dovrebbe arrivare dalle vendita delle azioni Serravalle.

Il piano delle alienazioni comprende anche la sede provinciale di piazza Cambiaghi, un terreno ad Agrate Brianza, un fabbricato a Limbiate, case cantoniere e altri reliquati. L’obiettivo è di far partire alcuni progetti che, a causa del taglio dei fondi, rischiano di rimanere al palo.

Non sono grandi interventi, ma potrebbero comunque lasciare il segno, sorattutto sotto un profilo viabilistico visto che si tratta della metro tranvia Milano Limbiate e della rotonda del Malcantone.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Commenti

  1. Assurdo…vendono i Presunti “gioielli”…però i soldi per buttarli via nella nuova sede di via lario li hanno…complimenti. Sarebbe bastato utilizzare una delle ville storiche brianzole..e invece no, un bel cesso di cemento squadrato CON LUCI ACCESE TUTTI IL GIORNO( CHI PAGA? NOI!!!) E la struttura è vuota…

    • a questa gente non frega niente di chi paga, visto che siamo noi..ma meritiamo qualunque nefandezza..tanto li votano sempre !!!

    • Giusto, ma dico anche un’altra cosa. Dell’ipotesi di cancellare le provincie se ne parla da anni ormai. Visto e considerato che la cosa era nell’aria, non avrebbe avuto magari senso il fatto di avere una sede temporanea in affitto ? Era proprio necessario affrettarsi a costruirne una, senza che (ribadisco) avessero neppure la certezza di usarla ? Ditemi voi se questi non son favori agli “amici” fatti con soldi pubblici. Adesso, va bene, ben vengano queste cessioni…

      • MassimoC dice:

        Non è come dici, la decisione di costruire il palaprovincia è stata presa prima di quella puramente populistica di eliminare le province. Sarebbe stato peggio lasciare lo scheletro dell’edificio a metà, come fanno in bass’Italia (e non solo). Perlomeno ora l’edificio è completato e pronto per essere riconvertito o venduto.
        Cmq è la legge che è sbagliata: il risparmio derivante dalla soppressione delle province è tutto da dimostrare, molto meglio sarebbe stato fare una legge che consentisse di andare oltre la funzione di semplice rappresentanza di un territorio e dar loro i poteri e gli strumenti per lavorare.
        E cmq è un errore far di tutta l’erba un fascio: ci sono province “virtuose” o quanto meno meno infangate, ed altre che sono delle voragini mangiasoldi. E la nostra non è certo tra queste ultime.

        • non dovevano costruirla proprio, con tutti gli edifici che ci sono a monza, se ne trovavano a decine. e comunque mi devono spiegare perchè con l’edificio vuoto, le luci sono accese 24 ore su 24.Passare per credere, sono accese anche adesso, lo erano stanotte e le notti precedenti..

Articoli più letti di oggi