Alla CINI snc c’è la creatività di una donna tra 500 tonnellate di ferro e opere d’arte

Alla CINI snc c'è la creatività di una donna tra 500 tonnellate di ferro e opere d'arte

Quando era piccola la sera riscriveva a macchina i preventivi del padre. Era una gioco per Rossella Nigro, che ora ha 44 anni e dirige da 20 anni l’azienda fondata da Domenico Nigro nel 1987, la CINI snc.

Cini-4-mb

Interno della CINI Snc

Due anni fa la scomparsa proprio del fondatore e l’azienda passa a pieno titolo nella mani di Rossella che da allora la gestisce con il fratello Vincenzo. Cresciuti entrambi a “pane e ferro”. Un fiore nel deserto, verrebbe quasi da usare questa metafora tanto che non si  ci si aspetta di trovare una donna in un settore normalmente appannaggio degli uomini. Tra ferro e acciaio, tra scarti di lavorazione, tra macchinari dal peso di quintali e progetti per piattaforme petrolifere, in via 2 Giugno a Limbiate nell’ufficio al secondo piano c’è Rossella, mamma di due bambini.

Imprenditrice, mamma e artista. «Mio padre ha fatto fino all’ultimo i preventivi con la matita su dei foglietti di carta. Li prendevo, li trascrivevo al computer e li archiviavo. Sapeva che era una cosa utile, che sveltiva il lavoro, ma lui era abituato così e fino all’ultimo non ha cambiato le sue abitudini – ricorda la titolare e aggiunge – Amo questo lavoro, al punto che pur non essendo una disegnatrice tecnica ho imparato a farlo. Origliando fin da piccola gli affari di famiglia. Mio padre, poi, era uno che il lavoro lo portava a casa. Oggi la CINI è rimasta l’azienda duttile di sempre: ci occupiamo di carpenteria leggera e pesante come di opera da fabbro e di architettura d’interni». La commessa più strana è arrivata dalla Siberia dove era stata richiesta una piattaforma con dei materiali che resistessero a temperature polari, fino a -46 gradi. Sono stati fatti degli studi ad hoc e in soli due mesi la CINI ha chiuso una commessa, che sembra più che altro una scommessa impossibile da vincere.

Il Calice eucaristico esposto a Bresso

Il Calice eucaristico esposto a Bresso

Non solo, perchè in lei c’è una vera e propria vena artistica che nel 2012, quando il Papa è venuto a Bresso, l’ha portata a creare uno dei calici eucaristici esposti in mostra per l’occasione. Ma non è l’unica espressione artistica uscita da via 2 Giugno: «Da quando sono  entrata circa quattro anni fa nel gruppo donne di Apa Confartigianato partecipo al Fuori Salone (anche quest’anno dall’8 al 13 di aprile) dove portiamo i nostri prodotti più innovativi e all’avanguardia. Un anno ho decorato un vestito da sposa con dei fiori in metallo: il contrasto è piaciuto moltissimo».

Il progetto russo

Il progetto russo

Alla CINI gestiscono circa 500 tonnellate l’anno di ferro. Nel 2011 hanno sentito l’arrivo della crisi e ciò è stato motivo per guardarsi intorno e il lavoro è arrivato dall’estero: nel 2012 e nel 2013 il fatturato è tornato ad aumentare fino a crescere del 20%. «Abbiamo sentito la concorrenza della Cina e della Corea, ma adesso i clienti stanno tornando a voler lavorare con l’Europa – ci spiega con orgoglio – Innanzitutto anche in oriente il costo della manodopera è salito diventando meno competitivo e dalla nostra ci resta la qualità dei prodotti così come il grande orientamento al cliente. La professionalità e la puntualità sono elementi distintivi che ci caratterizzano».

Cini-5-mb

Rossela Nigro in ufficio

Cini-3-mb

Interno della CINI Snc


Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.

Su Matteo Riccardo Speziali

Chi sono? Matteo Riccardo Speziali, una vita nel cercare di scoprirlo (chi sono) e nel frattempo il raccontare fatti, il ricercare notizie mi tengono molto occupato. Scrivo da sempre e nel 2008 sono tra i soci fondatori di MB News che dirigo. Quando non scrivo (e non dirigo),mi piace leggere, soprattutto gialli, mi piace cucinare (e mangiare) e mi piace correre. Se avete qualche bella storia da raccontarmi o se volete denunciare un fatto chiamatemi 039361411