17 Gennaio 2019 Segnala una notizia
Alessio Tavecchio: serve un terreno per costruire l'Open Village

Alessio Tavecchio: serve un terreno per costruire l’Open Village

4 Febbraio 2014

Open Village fermo al palo. Il progetto della Fondazione Alessio Tavecchio onlus, pare non abbia ancora trovato una soluzione difinitiva. Le trattative con l’Amministrazione Comunale di Monza sono in corso e le proposte sul tavolo non mancano.

Per ora, la più papabile, pare essere quella di permutare il terreno dell’Associazione con un area dismessa comunale: «Dopo essere stati convocati dalla Commissione Consigliare Urbanistica abbiamo riscontrato le obbiettive difficoltà di poter realizzare il Centro Polifunzionale sul nostro terreno di via Papini, almeno fino alla definizione del nuovo Documento di Piano.- ha spiegato il presidente della fondazione Alessio Tavecchio – E’ stata evidenziata l’opportunità di procedere attraverso una eventuale permuta del nostro terreno con un’area dismessa. Fattore condizionante di tutta l’operazione è però il tempo: entro il 30 settembre 2014 la Fondazione dovrà lasciare gli uffici attualmente concessi in uso gratuito dall’azienda CISCO che, con grande senso di solidarietà, ormai ci ospita da anni».

Lo stabile che attualmente ospita la Fondazione è infatti di proprietà della famiglia Bellazzi la quale, su stessa ammissione di Alessio,  si è detta disponibile ad offrire un’alternativa all’interno dello stesso, a condizione che entro quella data la Fondazione possa dimostrare di avere trovato un accordo con l’Amministrazione Comunale. «L‘Amministrazione ha la possibilità di portare a compimento la realizzazione di un progetto sociale unico, dopo più di 12 anni di lavoro e 3 diverse amministrazioni, ponendo la parola fine su questa interminabile vicenda. – commenta il presidente – Tanto più che la Fondazione dispone della necessaria copertura finanziaria per la realizzazione immediata del primo lotto dell’Open Village Monza (uffici, laboratori formazione, trasporti, rinserimento lavorativo, medicina naturale e sportiva, assistenza psicologica, camere di accoglienza da destinare a persone con diversi tipi di disabilità. Il costante dialogo con l’Assessore all’Urbanistica Colombo ci autorizza a sperare che in tempi brevissimi possa essere individuato il terreno consono a questa realizzazione, drasticamente ridimensionata rispetto al progetto iniziale». La soluzione dunque potrebbe verificarsi in una permuta non onerosa con il terreno di via Papini e un conseguente intervento edilizio a “costo zero” per l’Amministrazione Comunale.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Commenti

  1. MassimoC dice:

    Basta cemento! Di aree dismesse dove poter costruire il centro ce ne sono a josa, lasciamo libero qul pochissimo che sopravvive.

  2. quoto massimo. sull’area ex colombo al rondò costruiranno case( ancora) che rimarranno vuote..propongo che parte dell’edificio venga data in gestione a Tavecchio. visto che c’è solo un progetto sull’area indicata, forza che siamo ancora in tempo per evitare l’ennesima cementificazione con case o uffici che rimangono invendute per anni. il palazzo dell’auchan, distante poche centinaia di metri, è VUOTO per sei piani su sette..possibile che se ne accorgono tutti tranne chi ci governa?????

Articoli più letti di oggi

La Guardia di finanza arresta i fratelli dell’Autosalone Antonini

I due sono accusati di bancarotta fraudolenta insieme a un terzo uomo, ora agli arresti domiciliati. Si sarebbero intascati 400mila euro spostandoli dai conti societari ai loro conti personali

Giuseppe Spina, ex comandante dei carabinieri di Monza, ha catturato Cesare Battisti

Il generale Spina dirige oggi il Servizio di Cooperazione Internazionale che ha lavorato alla cattura del terrorista

Falò di Sant’Antonio: scopri le iniziative in Brianza

La ricorrenza cadrà domani giovedì 17 gennaio ma in Brianza si festeggerà anche nei giorni successivi.

Sicurezza in montagna, le regole che possono salvare la vita

Per ridurre la possibilità che la vacanza si trasformi in sofferenza basta tener bene in mente dieci semplici regole di comportamento, quelle della Federazione internazionale dello sci.

Tornata la pioggia in Brianza, settimana prossima arriva anche la neve

Stando alle previsioni dei principali siti  meteo da mercoledì prossimo fino a giovedì nevicherà anche in Brianza.