05 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Seveso, incubo passaggi a livello: la strategia del Comune

Seveso, incubo passaggi a livello: la strategia del Comune

20 Gennaio 2014

Seveso vive tagliata in due dalla ferrovia. Spostarsi all’interno del paese spesso significa dover attraversare un passaggio a livello: un’azione apparentemente banale, che diventa però una vera e propria impresa negli orari di punta. Ora la giunta comunale, in accordo con Regione Lombardia e Ferrovie Nord, presenta ai cittadini un piano strategico per affrontare il problema da un punto di vista pratico.

coda-passaggio-livello-seveso-mb

Coda al passaggio livello in corso Isonzo

Per prima cosa verranno posizionati dei pannelli informativi per comunicare l’apertura o chiusura dei passaggi a livello. I pannelli, quattro in totale, verranno installati a spese di Ferrovie Nord in corso Garibaldi all’altezza di piazza Roma, al confine col Comune di Barlassina, in corso Isonzo all’altezza di viale delle Rimembranze, e in via San Carlo. Il Comune progetta inoltre di utilizzarli anche per fornire alla popolazioni informazioni di tipo locale.

L’amministrazione cittadina ha inoltre indicato la necessità della sincronizzazione tra passaggio a livello e semaforo in via Adua, e richiesto a Ferrovie Nord un documento sottoscritto da tutti gli enti interessai con indicazione dei tempi massimi di chiusura dei passaggi a livello, che attualmente è di dieci minuti: Ferrovie Nord ha dato la propria disponibilità ad ulteriori esami ed interventi per favorire rapidi sollevamenti e abbassamenti delle sbarre e aiutare a far defluire il traffico.

Infine, si è appena aperto in stazione un cantiere per migliorare gli standard ferroviari e l’accessibilità al servizio. L’Ufficio Ecologia ha imposto regole molto severe per limitare al massimo i rumori, particolarmente in orario notturno.

Sindaco, assessori ed esponenti dei gruppi della maggioranza

Sindaco, assessori ed esponenti dei gruppi della maggioranza

Sul tavolo delle proposte ci sono anche dei provvedimenti per opere durevoli, al fine di ridurre il disagio provocato dal passaggio frequente di treni: la soluzione sembra essere quella di un sottopasso ciclo-pedonale nell’area della stazione, che comprenderebbe anche una riqualificazione dell’intera area dedicata allo scalo merci, con l’auspicio che possa contribuire a modificare e migliorare la viabilità, convincendo i sevesini a spostarsi a piedi e in bici.

In più, c’è la possibilità di un ulteriore sottopassaggio veicolare al confine tra Seveso e Cesano Maderno: in via di studio e definizione il punto preciso. «Questo secondo sottopasso vorrebbe essere un’alternativa a quello di Cesano Maderno, che rischia di essere congestionato dal traffico nelle ore di punta, dato che è nato come sottopasso locale, ma viene usato abitualmente non solo dagli abitanti di Cesano» ha precisato il sindaco Paolo Butti.

Niente interramento, dunque: «se ai tempi Regione Lombardia fosse stata anche solo minimamente lungimirante, avrebbe proposto e spinto per un interramento dell’intera tratta – ha commentato il primo cittadino -. Ovviamente questo ora non è più possibile». Lo conferma anche l’assessore ai Lavori pubblici Fabio Rivolta: «Di interramento si continuerà a parlare, ma non è un’opzione praticabile, né possiamo promettere qualcosa che non si riuscirà mai a realizzare. Noi continuiamo a portare avanti quel che dicemmo in campagna elettorale, facendo pagare i lavori a Ferrovie Nord». Il progetto per il sottopasso intercomunale, affidato al Centro studi Pim, sarà infatti finanziato da Ferrovie Nord.

«Quella del sottopasso non sarà forse la soluzione ideale – ha concluso Roberto Fumagalli, del PD – ma è necessario prendere dei provvedimenti, se non vogliamo che la nostra città soffochi in se stessa. Il momento dell’interramento è venuto e passato 40 anni fa».

by G.S.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi