30 Novembre 2020 Segnala una notizia
Un naso rosso in corsia. Anche il San Gerardo nel progetto “Sorriso”

Un naso rosso in corsia. Anche il San Gerardo nel progetto “Sorriso”

9 Gennaio 2014

Basterà inviare un sms al numero 45502 per sostenere il progetto “Un sorriso per i bambini in ospedale” e regalare giochi e allegria anche ai piccoli ricoverati presso l’ospedale San Gerardo di Monza, i quali, grazie alla visita dei Dottor Sogni, clown-dottori della Fondazione Theodora, beneficeranno di momenti di svago.

La campagna, attiva dal 5 al 26 gennaio, raccoglierà fondi per questi speciali “dottori”, professionisti formati per lavorare in ambito ospedaliero pediatrico, che si recheranno durante tutto l’anno una volta a settimana presso 14 centri di onco-ematologia, cardiologia pediatrica, neurologia e neuropsichiatria, per donare sorrisi ai pazienti.

Tra i 14 centri coinvolti dal progetto anche l’ospedale San Gerardo di Monza, oltre all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, al Policlinico San Donato di Milano, all’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, all’Istituto Gaslini di Genova, al Policlinico Umberto I di Roma, all’Ospedale Bambin Gesù di Roma, al Policlinico Federico II di Napoli, all’Ospedale Bellaria di Bologna e all’Istituto Neurologico Besta di Milano.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Andrea Meregalli
Ho sempre sognato di scrivere una biografia in terza persona singolare, ma ora mi vergogno. E allora Andrea Meregalli, classe 1984, vivo con Isabella e Arturo Bandini, giornalista pubblicista e lettore professionista con una passionaccia [cit.] per la letteratura latinoamericana del novecento, faccio alcune cose male tra cui giocare a backgammon e suonare l'ukulele, mi piacciono il jazz e il calcio, il poker e la mitologia norrena, i whisky e la filosofia greca antica. Soprattutto mi piacciono i libri, cartacei come digitali. Mi trovate su Twitter, su Facebook (poco) e su Finzioni Magazine.


Articoli più letti di oggi