26 Novembre 2020 Segnala una notizia
Monza, tra rattoppi "alla carlona" e pioggia incessante: buche come crateri

Monza, tra rattoppi “alla carlona” e pioggia incessante: buche come crateri

7 Gennaio 2014

Colpa dei lavori effettuati in passato e rattoppati alla benemeglio, da una parte, o della pioggia incessante di questi giorni che ci ha messo del suo, dall’altra, fatto sta che Monza in queste ore è costellata da pericolose voragini. Dei veri e propri crateri stradali che mettono a serio rischio la sicurezza di automobilisti e non solo. Dalla centralissima via San Gottardo, passando per viale delle Industrie e il quartiere San Fruttuoso, monzesi e non sono costretti a fare un vero e proprio slalom per evitare di rimanere impantanati in quelle che ormai sono diventate strade impraticabili.

Cittadini esasperati dunque: per quanto si cerchi di evitare una buca inevitabilmente se ne prende un’altra in pieno. MB News si è già accupato della questione nella sua inchiesta “Monza e le strade pericolose: vita da pedone” ma a distanza di alcune settimane la situazione pare non essere migliorata affatto. Spetta ora all’Amministrazione monzese correre ai ripari: la giunta guidata dal sindaco Roberto Scanagatti ha infatti dato il via libera ai lavori di manutenzione straordinaria di 7.7 km di arterie cittadine. Ben 1milione e 650mila euro per sistemare strade in tutti i quartieri, comprese la sostituzione dei porfidi e dei graniti danneggiati nel centro storico.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Commenti

  1. farle bene subito spendendo il giusto o continuare ad intervinire all’infinito spendendo cifre esagerate ma facendo la fortuna dei soliti noti? mah…

    • Matteo Renzi dice:

      la politica si basa su questo. e il PD è uguale a chi lo ha preceduto. basta vedere la cementificazione selvaggia dell’ex area colombo.

      • Marco Lamperti dice:

        Vorrei segnalare che la “cementificazipne selvaggia” riduce i volumi rispetto al capannone della ex Colombo abbandonata. Non diamo informazioni, sbagliate, per favore.
        La ex Colombo non è un prato, ma un ex capannone industriale dismesso.
        In campagna elettorale avevamo promesso di limitare gli interventi su aree libere, di ridurre le aree edificabili previste dal PGT e di rilanciare l’edilizia utilizzando le aree dismesse. Ora mi si spieghi dove sta il mancato mantenimento delle promesse elettorali.

        • Ratteo Menzi dice:

          dai che scherzavo ero volutamente provocativo. però chi è quel genio che vuole costruire in un momento del genere? grazie all’eurocrazia le banche non prestano i soldi nemmeno a gabriel garko.

          • Marco Lamperti dice:

            Sinceramente non so. Penso abbiano fatto la loro analisi di mercato

          • Ratteo Menzi dice:

            analisi di mercato? basta osservare il numero di appartamenti e uffici sfitti o invenduti in giro per la città.

            comunque affari loro, andranno quasi sicuramente a smenarci.

          • Marco Lamperti dice:

            Sì… anche a me fa strano… il pubblico però non entra nelle scelte strategiche del mercato.

  2. La pioggia battente è un fatto naturale, che deve essere previsto ed accettato, quindi non diamo la colpa alla pioggia. E’ il Comune a dovere provvedere a riparare le strade. Ma è solo una pia illusione, da tempo ho la sensazione che è come se in Comune non ci fosse nessuno, è una giunta che praticamente lascia correre tutto, ignora tutto, volta la testa dall’altra parte regolarmente. Se c’è un problema, lo lasciano li, e via. Bravi.

    • Scusate qualcuno mi sa dire per quale motivo l’asfalto delle tangenziali e autostrade non si sgretola( a parte rari casi) e quello delle città si??non capisco..percorro quotidianamente la valassina fino a lecco e a parte un paio di rattoppi(uno a seregno e l’altro a veduggio) l’asfalto è in buono stato..e non mi pare che sulla valassina splenda sempre il sole..

      • Marco Lamperti dice:

        Motivo di costi. L’asfalto autostradale è di qualità decisamente superiore, ma anche i costi sono incredibilmente più alti. Il fatto è che dipende dall’uso che se ne deve fare e il rapporto costi/benefici.
        Non ha senso utilizzarlo per le strade urbane, perché in ogni caso non si potrebbe rientrare dell’investimento nemmeno nel corso dei decenni.

    • Marco Lamperti dice:

      Se la situazione è questa la responsabilità è da condividere anche con chi ci ha preceduto, visto che basta scorrere l’elenco degli interventi del quinquennio 2007-2012 per notare gli scarsi importi destinati alla riqualificazione del tessuto stradale.
      Non penso però che l’amministrazione Mariani abbia una colpa, semplicemente ha optato per altre scelte di investimento in un periodo in cui chiudere i bilanci non è semplice.
      Ora la Giunta Scanagatti deve far fronte ad alcuni anni di mancato lavori con delle risorse decisamente ridotte (basta osservare quanto è stato tagliato dai trasferimenti statali) e col patto di stabilità.

  3. Ben un milioneseicentocinquantamila euro, porfidi e graniti compresi ?! Dovreste dire SOLAMENTE un milioneseicentocincinquantamila euro ! Con quei soldi possono fare solo alcune strade e rattopparne altre (neanche tutte). Si parla nell’articolo di 7,7 km di strade, quando la somma dell’estensione del comparto viario monzese (escluse le strade provinciali e la SS 36) è superiore a 250 km ! Bella operazione d’immagine della Giunta !

Articoli più letti di oggi