28 Febbraio 2021 Segnala una notizia
Meteo Monza e Brianza: neve latitante. Cosa è accaduto?

Meteo Monza e Brianza: neve latitante. Cosa è accaduto?

30 Gennaio 2014

Era prevista da giorni ma della neve ancora nessuna traccia. Latitanza dunque dei fiocchi sulle pianure del Nordovest, cosa è successo? Ad illustrare la situazione sono gli esperti del portale 3bmeteo. «Per ora è caduta molta meno neve del previsto, anzi su gran parte delle pianure del Nordovest è stata pioggia o al più pioggia mista neve».

Una concatenazione di fattori che ha evitato che le strade di Monza e Brianza, ma non solo, fossero oggi ricoperte da una coltre bianca. «Sono state diverse le circostanze che hanno reso sfavorevole le nevicate: il ritardo nell’ingresso della perturbazione, che arrivando solo tra pomeriggio e sera ha permesso un rialzo delle temperature in pianura su valori troppo elevatii ( fino a 3-4°C), nonostante in quota facesse decisamente freddo ( -4/-5°C a 1400m )». Questo rialzo, specificano i meteorologi, è stato favorito dalla totale assenza di un cuscino freddo sulla Valpadana, che ha sperimentato temperature positive per un lungo periodo e l’aria fredda è giunta solo due giorni fa, senza avere il tempo di depositarsi per bene nei bassi strati. Nelle prossime ore la neve è attesa in collina al Nord, a tratti in pianura sul Nordovest, ma con quota in progressivo rialzo oltre 300-800m a fine giornata. Per il resto della settimana tanta pioggia.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Commenti

  1. quindi non si erano accorti i nostri esperti meteo che nel mese di gennaio non è mai ghiacciato e non c’era un “cuscino freddo”? al mattino non vedevano che le auto non erano ghiacciate? mannaggia..li pagano pure per far le previsioni!!fantastici

  2. Invece di criticare come sempre, io consiglierei di provare ad andare a vedere come si fa una previsione meteorologica così si capirebbe che la cosa non è così semplice come sembra; perchè siamo tutti bravi a criticare…

    Certo, ci sono alcuni meteorologici che non fanno altro che diffondere disinformazione e fanno questo lavoro solo per mettersi in mostra (però sta a noi scegliere la fonte di informazione), ma ce ne sono anche molti altri che fanno il loro mestiere in modo assolutamente serio e professionale. Anche questi però, sbagliano, non perchè sono ignoranti ma perchè la meteorologia NON E’ UNA SCIENZA ESATTA.
    Nella meteorologia si parla SEMPRE di PROBABILITA’ e la certezza NON ESISTE e non esisterà mai perchè ci sono in gioco un’infinità di variabili.
    Ad esempio basta anche una piccolissima imprecisione nella rilevazione di una temperatura che i calcoli del modello fisico-matematico cambiano.
    Purtroppo tra la gente comune c’è molta disinformazione su questa scienza che è talmente complicata che può essere paragonata benissimo alla medicina.

    • 1) è il loro lavoro,non il mio. se io sbaglio il mio lavoro, vengo aspramente criticato e posso anche essere licenziato.

      2) han menato la storia per 10 giorni, neve a milano, preparatevi, big snow e cagate varie..risultato? mezz’ora di fiocchi giovedi dopo 2 giorni di pioggia.dai primi di gennaio non ci son state gelate notturne, ci siam accorti noi di questo e non gli “esperti meteo”? non vedevano le auto non ghiacciate? non guardano fuori dall finestra?non si son accorti di giornate di sole con medie di 8 gradi ( con punte di 13-15 gradi al sole?)

      3) visto che parli di medicina, se il chirurgo sbaglia, paga. se sbaglia il meteo…capita? e no mi spiace.

      • Per il “chi sbaglia paga” sono d’accordo con te, però quello che ci tengo a sottolineare è che quando il meteorologo fa la previsione, quella previsione non è mai certezza ma è sempre una probabilità più o meno fattibile (a seconda dei casi).

        Come dici tu, l’hanno menata per dieci giorni la storia della neve.

        -Ma chi?

        I meteorologi dei medi e i media stessi.

        -Perchè?

        Per il motivo che ho scritto nella prima risposta.

        Allora, siamo noi che spetta la decisione di quale fonte e mezzo di informazione utilizzare.

        Ci sono le arpe(agenzie per la protezione dell’ambiente) o l’aeronautica militare in cui ti assicuro che vi sono professionisti che svolgono il loro lavoro in modo serio.
        Per non parlare poi dei meteorologi che lavorano negli aeroporti che è gente altamente specializzata.

        Diversamente da altri paesi, in Italia non esiste una vera e propria ente che si occupa del servizio meteorologico nazionale e inoltre non esiste neanche un albo dei meteorologi e questo è un male perchè si viene a creare una grande confusione di informazione a causa di molta gente “poco professionale” e anche una grande disorganizzazione per quando riguarda ad esempio la prevenzione dei rischi alle calamità naturali.

Articoli più letti di oggi