05 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Lissone, strade allagate e tombini ingolfati. Nel parcheggio cimitero buche profonde

Lissone, strade allagate e tombini ingolfati. Nel parcheggio cimitero buche profonde

17 Gennaio 2014

Piove, governo ladro. A Lissone, il proverbiale e popolare adagio potrebbe convertitisi in un più veritiero “piove, tombino trabocca”. Sono diverse, infatti, le strade e i marciapiedi della città del mobile che in questi giorni di maltempo si presentano parzialmente allagati con alcuni tombini che non riescono a trattenere e digerire l’accumulo di acqua piovana. I motivi? Per un cittadino lissonese “colpa della pulizia, che non viene eseguita”, e sui social qualcuno esorta a “un giro in via Loreto, possibilmente con una tuta da palombaro, dato che le pozzanghere sono talmente estese che gli schizzi vi raggiungono fin sotto i portici”.

E anche il parcheggio del cimitero, teatro di giornalieri andirivieni di cittadini che rendono omaggio ai cari estinti, pare un campo minato: buche, pozzanghere di dimensioni considerevoli e passaggi pedonali tutt’altro che agevoli.

Una signora con passeggino intercettata nei pressi del centro, mentre cammina di fretta con l’ombrello in mano e la coda dell’occhio attenta al sopraggiungere di mezzi motorizzati, dice: «Mi hanno già lavata fino al ginocchio, le strade sono troppo allagate». Inevitabile per gli automobilisti alzare onde verso i lati delle strade, anche a velocità ridotte.

Foto in apertura gentile concessione Emanuele Radaelli.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Andrea Meregalli
Ho sempre sognato di scrivere una biografia in terza persona singolare, ma ora mi vergogno. E allora Andrea Meregalli, classe 1984, vivo con Isabella e Arturo Bandini, giornalista pubblicista e lettore professionista con una passionaccia [cit.] per la letteratura latinoamericana del novecento, faccio alcune cose male tra cui giocare a backgammon e suonare l'ukulele, mi piacciono il jazz e il calcio, il poker e la mitologia norrena, i whisky e la filosofia greca antica. Soprattutto mi piacciono i libri, cartacei come digitali. Mi trovate su Twitter, su Facebook (poco) e su Finzioni Magazine.


Articoli più letti di oggi