02 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Lissone, chiude sottopasso via Carducci. Ecco i percorsi alternativi

Lissone, chiude sottopasso via Carducci. Ecco i percorsi alternativi

20 Gennaio 2014

lissone-sottopasso-ffss-chiusa-mbChiuso per lavori il nevralgico sottopasso di via Carducci, a Lissone, che da oggi, lunedì 20 gennaio e fino al prossimo 2 febbraio, resterà inibito al traffico motorizzato. Lo stop, chiesto dalle Ferrovie dello Stato, al fine di eseguire lavori di consolidamento dell’arcata. Dal comando dei vigili di Lissone, attraverso una nota stampa, diffusi i percorsi alternativi.

Le autovetture provenienti da Muggiò-SS36 dirette in centro paese dovranno quindi convergere su via Bramante da Urbino e proseguendo su via Fratelli Bandiera svoltare più avanti in via Monza così da raggiungere agevolmente il cuore della città. In modo speculare quanti da via Matteotti dovranno immettersi sulla SS36 potranno raggiungere la superstrada scendendo lungo via Cappuccina. Tutte le deviazioni saranno opportunamente indicate da segnaletica verticale. Come gli autoveicoli anche gli autobus di BrianzaTrasporti che transitano in città seguiranno dei percorsi alternativi. Sulla linea z227 Monza Ospedale – Lissone – Muggiò saranno temporaneamente soppresse le fermate lungo via Carducci, Piazzale della Stazione FS e via Cappuccina. Pure sulla linea z234 Vedano – Biassono – Macherio – Lissone (FS) – Muggiò saranno soppresse per due settimane le fermate lungo via Carducci (sia FS che IPSIA), in alternativa si potrà scendere e salire dagli autobus in via Cappuccina dove saranno istituite due fermate provvisorie. Infine la linea z250 che collega Desio con Lissone avrà un capolinea provvisorio in stazione. Anche per questa linea saranno temporaneamente soppresse le due fermate lungo via Carducci.

Durante il periodo di chiusura attraverso il sottopasso di via Carducci potranno comunque transitare i pedoni.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Andrea Meregalli
Ho sempre sognato di scrivere una biografia in terza persona singolare, ma ora mi vergogno. E allora Andrea Meregalli, classe 1984, vivo con Isabella e Arturo Bandini, giornalista pubblicista e lettore professionista con una passionaccia [cit.] per la letteratura latinoamericana del novecento, faccio alcune cose male tra cui giocare a backgammon e suonare l'ukulele, mi piacciono il jazz e il calcio, il poker e la mitologia norrena, i whisky e la filosofia greca antica. Soprattutto mi piacciono i libri, cartacei come digitali. Mi trovate su Twitter, su Facebook (poco) e su Finzioni Magazine.


Articoli più letti di oggi