03 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Giorno della memoria: una targa nella stazione di Monza per non dimenticare

Giorno della memoria: una targa nella stazione di Monza per non dimenticare

27 Gennaio 2014

È stata posta questa mattina alle ore 9.30, presso la stazione centrale di Monza, la targa commemorativa per ricordare le vittime della Shoah e la deportazione degli ebrei e degli oppositori al regime nazifascista nei campi di sterminio. alla cerimonia svoltasi nell’ambito del Giorno della memoria erano presenti il sindaco, Roberto Scanagatti, il prefetto, Giovanna Vilasi, l’assessore Martina Sassoli in rappresentanza della Provincia, le autorità, i rappresentanti di Aned (l’associazione degli ex deportati), delle associazioni combattentistiche e d’arma cittadine.

«Dopo la tragedia di Auschwitz il mondo non è stato più quello di prima – ha commentato il primo cittadino monzese – Questa lapide commemorativa è identica a quella presente nel campo di concentramento ed è a opera del grande artista Bellini. Bisogna fermarci e riflettere su quanto è accduto e su cosa producono i tagli che oggi venguono attuati, troppo spesso, infatti, questi generano dei veri e propri tagli alla memoria»

Il programma promosso dal Comune di Monza per il Giorno della memoria prevede diverse iniziative di approfondimento attraverso musica, teatro, dibattiti e incontri pubblici, che si concluderanno il 31 gennaio.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Commenti

  1. Massimo Lucchetti dice:

    che iniziativa stupida ed inutile. palestina libera!!

    • Vergognati nazistuccio, volevo ricordarti che sono morte persone innocenti di ogni età ed estrazione sociale solo perché erano nate ebree, si ebree come il Figlio di Dio che tu stesso osanni ogni domenica, quanto sei ignorante, meriteresti solo insulti

      • shalomuncazzo dice:

        gli ebrei sono i primi sanguinari del mondo. basta vedere quello che fanno in palestina.

  2. Scusate ma perchè se è il “giorno della memoria” bisogna parlarne ogni anno una settimana? cioè voglio dire…son passati 70 anni. Potremmo anche ricordare le guerre napoleoniche no?

    • palestinese dice:

      l’è quel chel disi mi. almeno rompessero i coglioni con questa menata solo per un giorno e non per una settimana. cazzo una settimana è davvero troppo. speriamo che i sopravvissuti muoiano al più presto (di cause naturali ovviamente) almeno senza le loro interviste il tutto sarà un pò più complicato.

  3. Mi ribolle il sangue a leggere i commenti beceri di persone insensibili, puerili e inconsistenti. Non si possono definire ignoranti, perché sanno benissimo, solo un termine può adattarsi NULLITA’.

    • Leggere invece giornali tipo il Manifesto dove ricordano questo giorno e poi inneggiano durante l’anno alla palestina libera e contro israele servo degli usa è corretto vero? esigo la settimana della memoria per i 20 MILIONI di morti deporatati nei gulag sovietici..così, per par condicio.moralisti del cazzo che si riempiono la bocca di ste cose e poi son razzisti fino al midollo.

      • L’ unico razzista vero sei tu che non distingui e non capisci niente, sei solo un povero di spirito.

        • E NO CARO,ti ho messo davanti un esempio (quello del Manifesto, te lo spiego perchè non ci arrivi proprio)e tu che fai? dici che non capisco niente? ottimo ,complimenti. miaooo!

          • Non mi interessa il Manifesto non è una mia lettura preferita, ma tu dai l’ impressione di non leggere nulla visto che non sai ragionare per conto tuo e non ti accorgi neanche che sono cara e non caro!! ( attento che i miaooo li mangiano)

    • insensibili come gli israeliani quando bombardano poveri palestinesi inermi.

      guardati 5 broken cameras e poi goditi in culo.

      • Quanto è accaduto non c’entra nulla con quanto accade ancora oggi anche se è deprorevole, ma tu sei comunque un incivile ed un insensibile, quindi una nullità!

  4. HOLODOMOR, L’ALTRO OLOCAUSTO:

    1932-1933 i provvedimenti di “collettivizzazione” e di
    “dekulakizzazione” voluti da Stalin aggravano la naturale carestia. In
    aggiunta, le requisizioni di grano in Ucraina seminano fame, miseria e
    morte.

    Mentre Stalin esporta 5 milioni di tonnellate di grano, 5 milioni di persone stanno morendo di fame.

    Di questo olocausto, seppure terribile non meno della Shoah, nessuno onora la memoria.

  5. ma quando ricorderemo le vittime (anche italiane) di Tito e Stalin? a re napolitano non piacerebbe, vero? visto che ne ha colpa anche lui e il suo capo togliatti … assassini almeno quanto hitler! chissà se per i 90 anni chiederà scusa o sarà ancora sul suo cadreghino (che dice di non volere più) a fare il maestrino …

Articoli più letti di oggi