27 Novembre 2020 Segnala una notizia
Viale delle industrie come un cimitero: protesta del Coordinamento «9 dicembre»

Viale delle industrie come un cimitero: protesta del Coordinamento «9 dicembre»

22 Gennaio 2014

Circa una quarantina le croci bianche nel presidio di Monza del coordinamento «Nove dicembre Monza e Brianza». Un cimitero simbolico, certo, ma che alla vista risulta indiscutibilmente di grande impatto. «Le croci bianche sono state poste  in memoria dei tantissimi imprenditori che in Italia si sono tolti la vita a causa di questo Governo» ha spiegato Jonny, portavoce del coordinamento monzese .

Prosegue dunque senza sosta la pacifica protesta che porta la firma del coordinamento: sono ormai trascorsi 45 giorni da quando la folta schiera di “cittadini italiani stanchi di essere derubati dal governo illegale” (così si sono definiti i membri del movimento ndr) ha occupato viale Stucchi.

Insieme alle croci, i cittadini hannno posto anche uno striscione e diversi lumicini. «Sabato 25 gennaio saremo a Milano per un presidio davanti al consolato indiano: i nostri Marò non sono ancora tornati a casa e lo Stato deve assolutamente attivarsi. – presegue Jonny – Domenica 26, invece, insieme ai sindaci che sostengono la nostra iniziativa ci ritroveremo in viale Stucchi per una manifestazione pacifica».

Il 2 febbraio scadrà il permesso che l’Amministrazione locale ha concesso per occupare l’area antistante il Brianteo: «È nostra precisa intenzione chiedere il rinnovo: il nostro è un presidio ad oltranza, non ci arrenderemo fino a quando non ci avranno ascoltati».

Diverse però le segnalazioni da parte dei residenti della zona che si dicono stufi di vedere il presidio: «È passato più di un mese – spiegano – L’amministrazione deve prendere una posizione. I fini sono di certo nobili ma la situazione deve finire. Siamo stanchi di vedere l’accampamento alle porte di Monza».

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Commenti

  1. MassimoC dice:

    A quando un bel presidio contro i falsi invalidi, vero cancro del sistema pensionistico itagliano? Com’è che di questi non ne parla mai nessuno, tuttalpiù in trasmissioni come le Jene, ma mai prima di mezzanotte?
    Troppo tabù dire che ci sono paesi sull’appennino calabrese dove in media 1 abitante su 2 è invalido e l’altro prende anch’egli l’assegno in qualità di accompagnatore?
    Troppo tabù dire che Napoli ha il triplo degli spazzini di Milano eppure la città è una pattumiera?
    Troppo tabù dire che la Sicilia ha più dipendenti di Lombardia, Veneto ed Emilia messi insieme?
    Se proprio questa gente ha tempo per protestare, che lo faccia per problematiche vere e di cui nessuno ha voglia di parlare, mica di problemi di cui non fanno altro che cavalcare l’onda mediatica.

    • Salvo tragiciimprevisti cufari dice:

      Si, le tue argomentazioni sono giuste, fammi i nomi e cognomi di chi conosci, li andremo a denunciare assieme.
      Oppure passa al presidio xke ci serve anche la tua voce.
      Arriveremo a denunciare tutto , ci serve aiuto e saremo aperti a nuovi argomenti

    • Jonny Simone dice:

      ALTRO ERRORE DI BATTUTA “ITAGLIANO”…MAH

  2. johnnyéquasimagia dice:

    solidarietà ai poveri imprenditori suicidi, e anche ai poveri razzisti frustrati.
    ma soprattutto, meno male che qualcuno pensa ai maro’

    • MassimoC dice:

      Ah ah ah e te pareva se non arrivava il solito partigiano a dare del razzista. Io ho fatto un commento obiettivo, è un dato di fatto.
      Se lo facevo verso la Valtellina (messo che ci sia bisogno di farlo), nulla da dire, se lo faccio verso una regione del sud, sono razzista.
      Cmq non sono particolarmtente frustrato, semplicemente sono uno che se fosse vissuto nel XIV secolo si sarebbe arrruolato nell’esercito lombardo-veneto contro i piemontesi o itagliani che dir si voglia.
      Condanna a morte per i marò? Ma per favore… figurati se l’India si gioca tutti i progressi fatti negli ultimi vent’anni per una decisione che l’intero mondo occidentale rigetta all’unanimità (beninteso, la rigetto anch’io!). Tranquillo che presto o tardi torneranno a casa, e in posizione verticale. Troppa pressione mediatica.

      • MassimoC dice:

        Errore di battitura, XIX secolo! 🙂

      • Perché ti saresti arruolato contro i piemontesi? che ti hanno fatto?

        • MassimoC dice:

          Ovviamente quando parlo di Piemontesi non mi riferisco certo al contadino di Mondovì, bensì al casato dei Savoia.
          Qualunque azione abbiano intrapreso hanno fatto danni.
          Ci sono fatti recenti, noti a tutti, come le leggi razziali, ma anche aneddoti molto meno noti, che risalgono ad inizio 800 nel momento in cui i Savoia iniziarono la politica espansionistica.
          Si comincia dall’annessione del ducato di Genova, prima atto di conquista del Piemonte, per passare poi agli altri stati conquistati: il nostro Lombardo-Veneto, e da ultimo il Regno delle due Sicilie. Dopo le conquiste dei vari stati, sono scoppiate crisi economiche, crisi che per il mezzogiorno continua ancor oggi, ed è ben lungi dal trovare una soluzione.
          Ti consiglio di non fermarti ai libri di scuola (la storia la scrivono sempre i vincitori, e quindi è logico che Cavour e V. Emanuale siano sempre descritti come padri della patria), e di approfondire le tue conoscienze anche leggendo la storia dalla parte degli sconfitti, che i media nazionali ovviamente si guardano bene dal divulgare. Oggi internet, e questo è un vantaggio della nostra epoca, offre molte più opportunità di approfondire rispetto al passato.

  3. questo jonny ha un cognome? o è un anonimo ? per il resto, stra quoto massimoc. per informazioni guardatevi yuotube il video:miracolo a palermo. al gol della squadra locale, un uomo in carrozzina si alza in piedi. non aggiungo altro.

    • Salvo tragiciimprevisti cufari dice:

      Ma certo che ha un cognome , vieni lo conoscerai di persona, io ho deciso di metterlo il mio cognome… Tu, signor basta chi sarai mai?

  4. Salvo tragici imprevisti cufar dice:

    Ma dai , a chiunque voglia spiegazioni, su chi è jonny , su chi sono io , su cosa facciamo attivamente al presidio , sul fatto che non siamo degli accampati e sulle nostre iniziative pacifiche e concrete…..
    Venga al presidio , sarete accolti tutti in modo pacifico, siamo lì tutte le sere , se volete telefonare a Cinzia rea sarà felice di darvi spiegazioni e di illustrare i nostri intenti 3807835416

  5. Matteo Nevesti dice:

    ragazzi Jonny è sempre al presidio di persona, non necessita di pubblicare il cognome, mi piacerebbe sapere chi invece sono quelle persone che lamentano di vedere il presidio, ci spieghino che cosa fanno, chi sono che problema gli causiamo, insomma cosa abbiano da lamentare…. o preferiscono fare del favoreggiamento a delinquere al fianco dello stato?sono contenti di essere derubati del proprio paese? noi no…

  6. Jonny Simone dice:

    premessa…io ho un nome e un cognome…io non critico da casa con un nome di fantasia come fanno molti (voi compresi)..se non siete d’accordo con la nostra protesta (ma sapete almeno perchè protestiamo???) non dovete fare altro che presentarvi in presidio e fare le vostre proposte!

    Sono in dovere di fare delle rettifiche a questo articolo ( come sempre)

    Venerdì 24 ore 18:00 ci sarà una manifestazione di protesta davanti al consolato indiano…..mentre i nostri CONCITTADINI ITALIANI sono in ostaggio in un carcere indiano il consolato indiano ha pensato bene di fare una grande cena di gala nel loro consolato a Milano con la presenza di nostri compiacenti politici!

    Sabato 26 ore 14:00 grande manifestazione a Milano con partenza in piazza Oberdan per protestare contro gli OMICIDI DI GOVERNO.
    Con questa scellerata gestione del paese sta di fatto istigando la povera gente al suicidio,stiamo anche facendo delle denunce alle forze dell’ordine contro questo governo.

    Domenica 27 dalle ore 11:00 ci sarà inaugurazione della nostra sede a Monza Viale Stucchi con la partecipazione di alcuni sindaci che ci sostengono (spero di vedere anche il sindaco di Monza) .
    Nel pomeriggio ci sarà un corteo per le strade di Monza sempre per non dimenticare tutti gli imprenditori i commercianti e gli operai che si sono tolti la vita per colpa di questa casta di criminali.

    Detto questo INVITO TUTTI I CITTADINI ONESTI a fare un’esame di coscienza e valutare se forse non sia ora di farci sentire tutti insieme e pretendere GIUSTIZIA,LAVORO,UGUAGLIANZA E RISPETTO da questo e da tutti i futuri governi di questo.disastrato e violentato paese !!!

    SIAMO ITALIANI E VOGLIAMO CHE L’ITALIA SIA NOSTRA,NON DELLE BANCHE!!!

    SVEGLIA!!!

    Jonny Simone coordinatore 9 Dicembre presidio Monza/Brianza

    p.s. io ci metto il nome e la faccia…..e tu???

    • Jonny Simone dice:

      ops correzione di date le manifestazioni sono venerdì 24,sabato 25 e domenica 26

      • accànisciunéfess dice:

        sarebbe bello pero’ che anche i nostri maro’ ci inviino un bel messaggio di solidarietà e vicinanza alla nostra lotta, do ut des, altrimenti che ce li teniamo buoni a fare? ho paura che questi sfruttino la nostra solidarietà solo per tornare a casa

        • Jonny Simone dice:

          spero tu stia scherzando…CERTO CHE VOGLIONO TORNARE A CASA!!!

          Ma che informazioni avete per fare certe affermazioni?
          Non avete ancora capito che televisioni e stampa sono tutte al servizio di questa casta..l’unica informazione libera la trovate nel web e parlando di persona con chi vive le situazioni….SVEGLIA!!!!!!!!!!

    • a il nome sarebbe jonny e il cognome simone? piacere, aieie brazov

      • jonny simone dice:

        Io uso il mio vero nome…non mi nascondo…se pensi che io sia falso vieni tranquillamente in presidio ti farò vedere senza problemi i miei documenti. ..nato a Varese il 12 12 66 CITTADINO ITALIANO

  7. Mattia Mattia dice:

    ” Diverse però le segnalazioni da parte dei residenti della zona che si dicono stufi di vedere il presidio: «È passato più di un mese – spiegano – L’amministrazione deve prendere una posizione. I fini sono di certo nobili ma la situazione deve finire. Siamo stanchi di vedere l’accampamento alle porte di Monza». ”
    E’ chiaro che queste fantomatiche persone (vorrei conoscerle per farglielo capire di persona) hanno passato una vita sotto ipnosi, dal momento che non si sono mai stancate di farsi fregare bellamente dal sistema monetario italiano (anche dai tempi della lira visto che la zecca italiana stampava denaro 1 a 10 in rapporto alle riserve auree, ora con l’euro è sparito questo rapporto e si è liberalizzata la stampa di denaro infinito, proprio per indebitare e spremere come limoni i poveri ingranaggi del sistema/truffa in cui viviamo -noi- ). Questa gente è figlia di anni e anni di telegiornali/film/informazioni manipolate per fargli pensare determinate cose e sopratutto fargli credere e supportare lo status quo del consumo sfrenato e del benessere. Peccato che la realtà dei fatti non sia questa e più passerà il tempo e più si andrà a fondo se non ci sarà un risveglio delle coscienze..
    l’unica arma è la conoscenza… informatevi sui veri problemi e non fatevi distrarre da quello che i media offrono!
    informatevi sul signoraggio bancario e la conseguente sovranità monetaria.

    • mattia, mi dici senza fare polemiche quali sono le vostre richieste, chi vi rappresenta e cosa volete ottenere? perchè piantare una tenda in periferia a monza non serve a nessuno

      • Mattia Mattia dice:

        Richieste? noi non trattiamo con gente che ha venduto la propria anima per del denaro, noi siamo puri e ragioniamo con il nostro cervello..e vorremmo che anche tutti gli altri lo facciano, vogliamo solamente far capire alle persone che i problemi non sono quelli che ci raccontano in televisione ( per farci stare buoni )
        ti dico solo che basta capire il funzionamento del sistema monetario per capire che 3/4 delle notizie che senti in televisione e leggi sui giornali sono finzione, il restante 1/4 è gossip mediatico per distrarre il “cliente”.
        Se vuoi capirne di più vieni domani all’inaugurazione cosi’ possiam parlare di persone (chiedi di me e vai tranquillo che qualcuno ti indirizzerà)….è meglio parlarne a quattr’occhi.

  8. Guerino De Masi dice:

    Non mi preoccupo di sapere se il vicinato approva quanto abbiamo esposto alla rotonda. Anzi, è proprio per persone come loro che è stato fatto, per sensibilizzare i cittadini sulla gravità della situazione che viviamo (noi). Per “troppi” è stato fatale … e non sono più tra noi! Quanti ancora devono lasciarci la pelle perché siate toccati nel cuore ? Vi auguro che non capiti mai ad un vostro vicino del cuore. Ma oggi… tutto è possibile. Ne so qualcosa quando mi arrivano le raccomandate da “non-Equitalia” !!!

Articoli più letti di oggi