Quantcast
Coordinamento «Nove dicembre Monza e Brianza»: "Andremo avanti ad oltranza" - MBNews
Attualità

Coordinamento «Nove dicembre Monza e Brianza»: “Andremo avanti ad oltranza”

Prosegue senza sosta la pacifica protesta che porta la firma del coordinamento «Nove dicembre Monza e Brianza». È ormai passato un mese da quando la folta schiera di cittadini ha occupato viale Stucchi.

comitato 9 dicembre nuovo presidio - 1

Prosegue senza sosta la pacifica protesta che porta la firma del coordinamento «Nove dicembre Monza e Brianza». È ormai passato un mese da quando la folta schiera di “cittadini italiani stanchi di essere derubati dal governo illegale” (così si sono definiti i membri del movimento ndr) ha occupato viale Stucchi.

Per giorni hanno mandato in tilt il traffico di una delle principali arterie cittadine e ora hanno traslocato: i membri del coordinamento hanno infatti ottenuto il permesso da parte del comune di occupare l’area del parcheggio antistante lo stadio. «Per noi si tratta già di una piccola grande vittoria – ha spiegato Jonny, portavoce del coordinamento monzese – Solitamente il permesso per occupare un’area è di una sola settimana mentre a noi è stato concesso un intero mese. Il 2 febbraio scadrà il permesso ma è nostra precisa intenzione chiedere il rinnovo: il nostro è un presidio ad oltranza, non ci arrenderemo fino a quando non ci avranno ascoltati».

Il pieno rispetto della Costituzione: questo è quanto chiede il gruppo di cittadini. «Vogliamo che i politici facciano gli interessi della gente comune e non delle banche – prosegue – Che chi ha una condanna non sieda tra i banchi del Parlamento, che la legge sia davvero uguale per tutti». Tante le iniziative ora in programma, a partire da una manifestazione che si è svolta l’11 gennaio, a Bergamo, a cui prenderanno parte tutti i presidi. «Importantissime poi le serate a tema aperte alla cittadinanza, invitiamo monzesi e non solo a partecipare e porci domande per conoscerci meglio».

Gli automobilisti dovranno temere altri blocchi del traffico? «Nessun blocco ulteriore, non vogliamo più creare alcun disagio alla cittadinanza. Inizialmente è stato necessario affinchè potessimo farci conoscere. La nostra vera vittoria consiste nel dare la sveglia alle persone, dobbiamo reagire e manifestare il nostro dissenso».

 

comitato 9 dicembre nuovo presidio - 2

 

 

commenta