04 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Canone Rai: a Muggiò è un piacere pagarlo. A Lazzate dove "pesa" di più

Canone Rai: a Muggiò è un piacere pagarlo. A Lazzate dove “pesa” di più

30 Gennaio 2014

Il canone Rai? Una tassa che si deve, ma non proprio per tutti i brianzoli. In provincia la percentuale più alta si registra a Muggiò con l’89,9% di famiglie che pagano il canone. Maglia nera con il 71,9% al feudo leghista Lazzate, dove la tassa di stato pare non piacere molto. Neanche a farlo apposta il dato statistico sembra proprio ricalcare le provocazioni della Lega contro il canone.

Una tassa spesso al centro di polemiche per il suo vero significato, la tassa sul canone che scade il 31 gennaio, sembra essere pagata in tutta Italia con alti e bassi, registrabili anche nella stessa provincia: Monza, il capoluogo, si attesta all’80,17%, appena sotto la media provinciale che è del 81,37%. Lissone e Desio sono anche loro all’80%. Sopra la media Varedo dove il tributo è pagato dall’88% delle famiglie soggette al canone.

Vimercate si ferma all’82%. Sotto la media nel vimercatese Roncello e Ornago che si fermano solo al 74%. Più in basso Correzzana e Cavenago al 73%. Sopra la media Brugherio con l’82,8%.

Percentuali che compensano quelle della regione Campania con il maggior tasso di evasione con abbonati pari al 56,8%. Secondo la ricerca del Sole 24 ore i comuni dove in Italia si paga meno il canone sono Casal di Principe e Parete fermi al 9%.

Tabella completa:

sole-24-ore-canone

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Commenti

  1. MassimoC dice:

    Il canone rai penso sia un’icona del sistema di tassazione che vige in itaglia: al sud quelli che pagano sono una percentuale da prefisso telefonico, e cmq c’è una larga evasione anche qui al nord.
    Oggi penso che nessuno, nemmeno il più talebano degli idealisti, non sia dotato di un’apparecchio telericevente. La tv infatti non si guarda solo sulla tele, si può vedere via web, oppure “nascondere” un tuner tv all’interno del proprio pc, oppure vederla sullo smartphone/tablet.
    Insomma, non si scappa: la tv la vediamo tutti.
    Il canone tv, a dispetto di quanto si dice, si paga in tutti gli stati, quindi è inutile indire le crociate anti-canone. Sarebbe anzi giusto che venissero abolite le frontiere sull’emittenza, dando la possibilità ad un italiano, ad es, di abbonarsi alla tv svizzera (oggi è impossibile, per legge).
    Siamo nel 2014, cosa aspettano ad inserire il canone nella bolletta della luce, qualunque provider si abbia? E’ il modo più rapido per farlo pagare a tutti.

    • Sono perfettamente d’ accordo con lei!!

      • quindi voi reputate giusto pagare per vedere amadeus e mezzogiorno in famiglia,la clerici e questi super programmi? oltretutto, mentre fino a qualche anno fa si diceva: e ma sulla rai non c’è pubblicità…ora sulla rai c’è più pubblicità che su mediaset…fanno bene a non pagare tutti quelli che vanno a vivere in case nuove..

        • tu sei da sposare ahahhaha . scherzi a parte. hai ragione livello 1000

          • grazie grazie simona,cerco moglie..ehehe scusa massimo chi ha parlato di vedere calcio? visto che sulla rai non si può..e non si vede nemmeno le moto, le auto fanno tipo 8 gran premi su 20.ah dimenticavo, in effetti per pagare fazio 3 milioni di euro direi che il canone dovrebberlo metterlo a 400 euro…

        • non è giusto, è la legge

        • MassimoC dice:

          Si chiama “tv generalista” perchè deve cercare di soddisfare la maggior parte della popolazione. Ecco perchè tanti programmi diversificati. A te non piace Amadeus, vorresti vedere solo calcio? La vecchietta di fronte magari la pensa in maniera esattamente opposta al tuo.
          Ripeto: in tutti gli stati esiste il canone tv, e il nostro come importo è in linea con gli altri stati.
          Per me non è uno scandalo pagare il canone, è uno scandalo leggere in questo articolo che a Casal di Principe lo paga solo il 20% della popolazione. E i nostri pubblicani, anzichè prenderli a calci in culo, vengono ad aumentare il canone a noi che già lo paghiamo.

Articoli più letti di oggi