27 Novembre 2020 Segnala una notizia
Giorno della Memoria: ecco gli appuntamenti in Brianza

Giorno della Memoria: ecco gli appuntamenti in Brianza

24 Gennaio 2014

Si avvicina la giornata dedicata alla commemorazione delle vittime del nazismo e dell’Olocausto, nel corso della quale si onorano anche quanti hanno rischiato la propria vita per proteggere i perseguitati.

Tutti i comuni della provincia di Monza e Brianza hanno organizzato eventi, spettacoli e mostre in occasione del 27 gennaio. Eccone alcuni.

Agrate Brianza. “SenzAtomica” è il titolo della mostra che sarà inaugurata sabato 25 alle 10 presso la Sala Expo (via Ferrario, 53). Nella serata di lunedì 27 l’auditorium Mario Rigoni Stern ospiterà “Come granelli di sabbia“, performance a cura di Teatri di Sabbia. Il 29 è previsto un doppio appuntamento: alle 10 in biblioteca sarà la volta di “Pausa caffè… a proposito di foibe e olocausti per non dimenticare“, mentre alle 21 in auditorium si svolgerà la conferenza “Per non dimenticare e costruire un futuro di pace“, organizzata dall’Università del Tempo Libero.

Brugherio. Tantissime le iniziative promosse nell’ambito della rassegna “BruInverno-Memoria e Ricordo 2014“. Si segnalano in particolare le mostre allestite presso la Galleria Espositiva della Biblioteca civica di via Italia 27: “1938 – 1945 La persecuzione degli ebrei in Italia” e “La donna nella Resistenza 1943-1945“. A ingresso libero, sono visitabili fino al 29 gennaio.

Cesano Maderno. Le celebrazioni iniziano sabato 25, quando nella biblioteca civica alle 15 sarà tempo, per i bimbi dai 5 ai 10 anni, dei “Racconti ebraici“. Sarà poi l’auditorium Disarò ad ospitare tutti gli altri eventi in programma. Alle 21 si propone “Musica perseguitata: un percorso per ricordare“, concerto degli allievi del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano su musiche di autori ebrei accompagnato da letture e immagini. Domenica 26 alle 10.30 verrà inaugurata la mostra “La scelta della divisione Acqui a Cefalonia e Corfù nel settembre 1943″; nel pomeriggio, invece, alle 17, l’associazione EquiVoci Musicali propone “Compromessa dall’amore: Edith Stein e la Shoah“. Lunedì 27 alle 10 la sezione locale di Anpi organizza il convegno “I Giusti di Cefalonia e Corfù“, mentre alle 20.30 sarà la volta di “Raccontando la Shoah. Storia e storie per non dimenticare“, spettacolo teatrale a cura del Laboratorio teatrale il Nodo dell’albero e di Arcivocincoro.

Lissone. Dal 18 gennaio al 4 febbraio la biblioteca civica ospita la mostra (a cura ANFFAS onlus) “Ricordiamo perché non accada mai più“. Altri due gli appuntamenti in biblioteca: lunedì 27 alle 21 è in programma “L’ultimo viaggio – Percorso e destinazione dei treni speciali“, lettura teatrale proposta dall’associazione DelleAli; giovedì 30 sarà la volta di una conferenza concerto, “Il violino della speranza” (a cura dell’Associazione Accademia Viscontea).

Monza. Tantissime le proposte organizzate nel capoluogo della provincia brianzola. Eccone alcune. A cura dell’amministrazione comunale “Monza ai suoi figli vittime del nazismo“, commemorazione davanti alla targa in memoria dei deportati monzesi nei campi di sterminio, posta in stazione a Monza, che si svolgerà alle 9.30 del 27 gennaio. L’associazione culturale San Fruttuoso sabato 25 alle 21 inaugura la mostra “Immagini e parole“, a cura di Sara Pucci: per l’occasione verranno letti alcuni brani del diario di Etty Hillesum.

Monza – Teatro Binario 7. Due gli appuntamenti in programma: “Shabbes Goy | I gentili del sabato“, teatro-concerto di musica Yiddish a cura di Teatro Blu lunedì 27 gennaio alle 21 e “Gonars 1941-1943: io odio gli italiani“, nuova produzione della compagnia La Danza Immobile venerdì 31 gennaio, alle 20.30.

Monza – Teatro Manzoni. Due gli spettacoli per gli studenti delle scuole medie e superiori: “Destinatario sconosciuto” (27 gennaio alle 10) e “Viaggio ad Auschwitz A/R” (29 gennaio alle 10).

Nova Milanese. Venerdì 24 gennaio alle 21 i soci dell’Associazione Cascina Triestina potranno assistere alla proiezione del film “Senza destino“. Sabato 25 l’appuntamento è al centro di cultura Villa Brivio, che alle 16 inaugura “M.I.R. Memoria in Rassegna“, e la mostra “Shoah, foibe… E poi calò la notte. La filatelia racconta“. Sabato sera, invece, ci si sposta all’Auditorium Comunale di piazza Gio.I.A. per la rappresentazione teatrale “Ricordare per vivere“.

Seveso. Gli alunni dell’istituto comprensivo Leonardo da Vinci che partecipano al laboratorio teatrale metteranno in scena presso il centro pastorale diocesano e con la collaborazione di Zero Confini lo spettacolo “Tracce di Memoria“. L’appuntamento è il 27 alle ore 21.

Vedano al Lambro. Sarà inaugurata alle 10.30 di domenica 26 gennaio la mostra “La persecuzione degli ebrei in Italia“, allestita presso la Sala della Cultura comunale e noleggiata dalla Fondazione Centro Documentazione Ebraica Contemporanea (CDEC) di Milano.

Fotografia: archivio MB News.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Federica Fenaroli
Cultura, cucina e animali sono il mio pane quotidiano - beh, gli animali solo in senso metaforico, sono vegetariana da una vita. Quando non scrivo leggo tutto quello che mi capita tra le mani, sforno dolci (al cioccolato) o curo le mie rose (rosse). Scrivo per MB News dal 2012.


Commenti

  1. devodirelaverità dice:

    questo rito del giorno della memoria (che poi diventa sempre di fatto qualche settimana) mi ha sinceramente frantumato i coglioni.

  2. Sergio Andreani dice:

    Gli ebrei si sposano solo fra di loro : perchè poi sono sempre ad accusare di razzismo gli altri ?

    • Massimo Lucchetti dice:

      perchè così possono commettere le atrocità peggiori, a partire da quello che fanno in palestina.

      sono quasi sicuro che le teste di maiali se le siano inviati da soli.

  3. E poi ci stupiamo se l’ Italia va a rotoli, con gente che ragiona come i commentatori qua sotto non ne usciamo più, sempre pronti a dare la colpa di tutto ad altri, sempre ad accusare qualcuno, sempre ad insultare chi non la pensa come te, sempre insofferenti a qualsiasi cosa, evento o quant’ altro.
    Che tristezza e che pochezza interiore!

Articoli più letti di oggi