16 Giugno 2021 Segnala una notizia
Smaltimento rifiuti, l'assessore Sassoli spinge sulla tariffazione

Smaltimento rifiuti, l’assessore Sassoli spinge sulla tariffazione

3 Dicembre 2013

Più rifiuti produci, più paghi. In materia di smaltimento dovrebbe essere questa la regola aurea che definisce i costi a carico del cittadino. Invece, l’imposta sulla pattumiera viene pagata al metro quadrato. In altre parole, non in base ai rifiuti effettivamente prodotti in una settimana o in un mese, ma in base all’ampiezza dell’alloggio abitato. Lo scontro, in sostanza è fra tariffa contro tassa, dove la prima sembra essere più equa della seconda. Tuttavia, i comuni, che in materia sono sovrani, si regolano basandosi sulla tassa.

Martina Sassoli

Martina Sassoli

Qualcosa, però, potrebbe cambiare perché Gelsia ha iniziato a sperimentare la tariffazione su di un campione d circa 4 mila residente a Lissone e la Provincia di Monza, che ha da poco approvato in giunta il nuovo Piano provinciale sui rifiuti, sembra convinta nel sostenere questo cammino. L’assessore all’Ambiente, Martina Sassoli, ha spiegato che parlare adesso di tariffa è troppo presto, ma fra gli obiettivi che il nuovo documento si propone di raggiungere compare anche questo. Il problema della tariffazione è legato sostanzialemmte all’organizzazione.

Ai 4 mila lissonesi “sottoposti” alla sperimentazione sono stati distribuiti un numero prefissato di sacchi corrispondente a un certo numero di chili. Oltrepassato quel limite, si paga. A quanto pare, però, nei Comuni, soprattutto in quelli popolosi, l’organizzazione non ssembra facile. “Noi non abbiamo poteri in materia di rifiuti – aggiunge l’assessore -. Con l’adozione del piano vogliamo però indicare quella che secondo noi è la strada giusta”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi