Sport

Desio: l’epifania porta il guru del Barcellona in città

Una piccola città vicino Milano, Desio, il giorno dell'Epifania sarà teatro di una iniziativa che verrà osservata da addetti ai lavori del calcio giovanile ai quattro angoli del mondo.

calcio-pallone

Una piccola città vicino Milano, Desio, il giorno dell’Epifania sarà teatro di una iniziativa che verrà osservata da addetti ai lavori del calcio giovanile ai quattro angoli del mondo. Un torneo che, per un giorno, sarà epicentro globale, con tecnici ed esperti di diverse Federazioni calcistiche e club professionistici internazionali incollati al pc per “prendere appunti”: dalla Spagna agli Stati Uniti, dall’Arabia Saudita al Brasile.

Il motivo? In programma non c’è un semplice torneo. Tutt’altro. E’ un format completamente nuovo. Innovativo. Mai visto in Italia. Che farà divertire (i bambini), apprendere (i formatori), studiare (alcuni studenti di Scienze Motorie dell’università di Milano) discutere (pubblico e addetti del settore). Che – si augurano i promotori – aprirà gli occhi. Aprirà una strada. Un percorso, di rinascita del movimento giovanile in Italia.

Si chiama “FUNino for Unicef” e si svolgerà il 6 gennaio 2014 a Desio, in Brianza, dalle ore 10, presso lo Sporting Club di via Cattaneo. E’ una “produzione” Aurora Desio 1922, Brianzatornei e Horst Wein Association Italia. Ecco, la chiave: Horst Wein, il guru della celebre Cantera del Barcellona, il creatore del modello spagnolo che da anni detta legge in Europa e nel mondo. Non a caso, il suo metodo “Il calcio a misura di ragazzi” è da tempo la bibbia della Federazione iberica. Gli ingredienti principali. In primis: il FUNino, il modo di giocare ideato, studiato e sviluppato da Horst Wein e dallo staff della Horst Wein Association. Misure standard del campo, 4 porte, 3 giocatori contro 3. E’ il calcio vestito su misura per i bambini dagli 8 ai 10 anni, con una serie infinita di vantaggi e benefici rispetto alle competizioni “per grandi” a cui troppo spesso sono chiamati a partecipare.

È il calcio con cui un giocatore come Xavi Hernandez del Barcellona è cresciuto nella Cantera, sviluppando la sua intelligenza calcistica, unica al mondo. Poi: le squadre, il top del movimento giovanile lombardo e nazionale. Inter, Atalanta, Monza, Albinoleffe, Lumezzane e poi Lombardia1 (centro tecnico Milan), Real Meda (femminile) e Aurora Desio padrona di casa. Pulcini, chiamati a divertirsi e a sprigionare tutta la propria creatività in campo. Senza vincoli, senza ossessioni.

commenta