28 Novembre 2020 Segnala una notizia
BPM Palace e la pallanuoto di Serie A2 sbarca a Monza

BPM Palace e la pallanuoto di Serie A2 sbarca a Monza

14 Dicembre 2013

Lo “stadio del nuoto” è realtà: domani, sabato 14, il riqualificato centro natatorio Pia Grande – Bpm Palace ospiterà alle ore 18 la prima partita casalinga della Bpm Sport Management, la squadra di Verona neopromossa in Serie A2 trasferitasi a giocare a Monza.

Nella prima giornata i “mastini” gialloblù hanno battuto 10-4 il Trieste nella vasca neutra di Vicenza. Per l’esordio tra le nuova mura amiche (dal 2005 al 2013 la Sport Management ha disputato le gare interne a Mantova) contro il Chiavari sono stati posizionati i seggiolini sia sulla tribuna che sui gradoni sul lato opposto, resi agibili al pubblico per portare la capienza a quasi 700 posti; sono stati installati, unico caso in Italia, i led subacquei per vedere meglio alcune fasi di gioco; è stato fissato poco sotto la copertura un maxischermo per rivedere le azioni più importanti; è stata allestita un’area hospitality per volontà del “title sponsor” Bpm; è stato realizzato un museo della pallanuoto italiana. Insomma, tante novità per quello che è stato ribattezzato “Il sabato è pallanuoto” dal presidente della società sportiva scaligera Sergio Tosi.

bpm-losciale-appiani-binchi-alì-tosi-mbA introdurre la conferenza stampa di presentazione della stagione 2013/14 è stato Matteo Melzi, capoarea della Sport Management, per il cui ramo agonistico del nuoto gareggia l’ex campione del mondo e d’Europa nei 100 metri stile libero Filippo Magnini: “Lo stadio del nuoto è un’opera che per la verità non è ancora finita, perché a breve bisognerà lavorare sugli spogliatoi e su altre strutture come la realizzazione di una piscina scoperta. Intanto domani ci sarà l’esordio a Monza della squadra di pallanuoto di Serie A2. Il progetto è ambizioso e unico in Italia. L’obiettivo è quello di sviluppare sinergie con altre società sportive, innanzitutto di Monza e Brianza. Per cominciare, domani la partita di Serie A2 sarà preceduta da quella dell’Under 15 del Monza. Ci sono 120 agonisti che troveranno nel Bpm Palace il luogo ideale per fare lo sport che più piace loro”.

Tosi ha tutta l’aria di essere un presidente vulcanico, di quelli che non le manda a dire: una figura tipo che nel capoluogo della Brianza sta prendendo piede, dopo Alessandra Marzari nel Consorzio Vero Volley e l’inglese Anthony Armstrong-Emery nell’Associazione calcio Monza Brianza 1912. “Lo scopo di ciò che stiamo facendo è quello di diffondere e trasmettere alla città di Monza la passione per questo meraviglioso sport – ha esordito – Abbiamo voluto, insieme al Comune, avviare dei lavori per trasformare il centro natatorio Pia Grande in un impianto all’avanguardia. Tra l’altro, facendo parte del Direttivo dell’Associazione delle capitali europee dello sport, è mia intenzione proporre la candidatura di Monza a Città europea dello sport 2014 il prossimo 18 gennaio. Per quanto riguarda la prima squadra di pallanuoto, è nomade nel Dna, ma adesso la volontà è di fermarsi qui. È nostra intenzione identificarci totalmente con la città di Monza anche a costo, dal prossimo anno, di cambiare mascotte e colori sociali (rispettivamente il mastino e il gialloblù, entrambi simboli di Verona, ndr), per farci apprezzare e amare ulteriormente dal pubblico locale. Serviranno pure i risultati e lo spettacolo. I primi spero che arrivino perché puntiamo a un’altra promozione. Per il secondo non dovrebbe esserci bisogno di qualcosa di particolare perché la pallanuoto non è meno bella del calcio. Purtroppo ci si accorge di questo sport solo quando la Nazionale porta a casa delle medaglie. A proposito di Settebello, ci piacerebbe organizzare un torneo internazionale in occasione dell’Expo 2015. In quel caso dovremmo portare la capienza del Bpm Palace da 700 a 1000 spettatori mediante tribune mobili. Infine, tengo a ricordare che la nostra società è vicecampione d’Italia di nuoto sia in campo maschile che in campo femminile”.

bpm-losciale-appiani-tosi-binchi-alì-mbMaria Losciale, responsabile distrettuale di Bpm (Banca popolare di Milano), ha spiegato i motivi che hanno portato l’azienda a sponsorizzare squadra e centro natatorio: “Ci interessa interloquire con professionisti seri e con principi sani. Li abbiamo trovati nella Sport Management, una organizzazione sportiva che ha dimostrato di saper lavorare in tandem con la Pubblica amministrazione. La nostra banca è talmente capillare sul territorio lombardo che ha la possibilità di far conoscere la squadra aldilà della città di Monza”.

Il consigliere comunale delegato allo Sport, Silvano Appiani, ha ringraziato Tosi “per aver scelto la nostra città per un progetto così bello e così ricco” e Bpm “per l’aiuto finanziario”. Secondo Appiani “ci saranno ricadute sul territorio non solo dal lato sociale, ma anche turistico. La presenza di Sport Management aiuterà a far conoscere il centro natatorio Pia Grande. Insomma, ben vengano i privati che vogliono investire con noi del Comune”.

Alla conferenza erano presenti anche due giocatori: Leonardo Binchi e Marco Alì. Il primo, toscano, aveva già appeso la calottina al chiodo: “Ho giocato per 9 anni a Firenze e per 9 anni a Brescia, prendendomi le mie belle soddisfazioni, in particolare la partecipazione a tre olimpiadi. Avevo appena iniziato ad allenare i bambini a Firenze quando mi ha chiamato la Sport Management per espormi un progetto serio, sia per la pallanuoto ad alto livello che per avvicinare i piccoli a un luogo sano come la piscina. Era impossibile dire di no a un progetto così bello. A Monza c’è un impianto bellissimo, che ora è stato dotato di comfort e tecnologie che aiuteranno il pubblico ad avvicinarsi a questo sport. Noi giocatori faremo la nostra parte in vasca coi risultati e andando nelle scuole”. Il siciliano Alì ha il pensiero rivolto alla partita di domani: “Ci stiamo allenando tanto dall’inizio di settembre. La prima partita l’abbiamo vinta contro una squadra che punta ai playoff. Adesso teniamo a far bene all’esordio casalingo”.

centro-natatorio-grande-tribuna-mbQuesta è la rosa dei giocatori a disposizione dell’allenatore Marco “Gu” Baldineti, che in carriera ha vinto 7 scudetti e 2 Coppe dei campioni: Mattia Conti ed Edoardo Prian (portieri), Lorenzo Benassuti, il montenegrino Blagoje Ivovic e Giuseppe Lanfranchi (difensori), Marco Alì, Roberto Boldrini, Carlo Di Fulvio e Fabio Fresia (centrivasca), Michele Luongo, Geremia Massa e Andrea Razzi (attaccanti), Michele Lapenna e Nicola Spaziano (centriboa).

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Camillo Chiarino
Monzese da sempre, ma frequento assiduamente la Brianza perché amo la quiete e la natura. In particolare adoro la Valsesia, la terra dei miei antenati paterni. Giornalista professionista "tuttologo", mi piace scrivere in particolare di politica e sport. Sono tifoso di tutte le squadre cittadine di qualsiasi disciplina e seguo da vicino le partite del Monza 1912, della Vero Volley Monza e della Saugella Monza. A proposito di pallavolo, l’ho praticata per 17 anni in società della zona, ma quando capita non mi tiro indietro a giocare a nulla, soprattutto se l’invito arriva da una esponente del gentil sesso… Mi piace molto navigare in internet, visitare mostre e monumenti e assistere a concerti, in particolare di musica folk e celtica.


Commenti

  1. Monzese DOC dice:

    A Monza c’è già una squadra di pallanuoto, fatta da monzesi, noi dai vostri soldi.
    Tornatevene a Verona!

  2. ForzaMonza dice:

    basta squadre forestiere in città! tornatevene da dove sete venuti!

    • MassimoC dice:

      vallo a dire a quelle merde del milano basket che questo w.e. sono venuti nella nostra provincia con la loro squallidra squadraccia. Addiritttura Armani, visto il successo di pubblico, valuterebbe la possibilità di trasferirsi a Desio da Assago.
      Ma come? Fanno tanto i bauscia, milàn l’è un gran milàn, e poi non hanno nemmeno un palasport dove giocare?
      Se ne stiano a casa loro, il Paladesio solo per le squadre Brianzole, Cantù in testa!!!!!

      • Provincialotto!!! dice:

        wow il tuo si che è un commento illuminato. Proporrei anche di far correre in autodromo solo piloti monzesi con auto monzesi.

        • MassimoC dice:

          Allora dimmi tu perchè il milano dovrebbe venire a Monza e il Verona no.
          Fino a prova contraria, le minacce di cancellare la nostra città dalle carte geografiche (leggasi area metropolitana) arrivano da milano, mica da Verona.
          Se il Verona paga regolarmente l’affitto e onora il contratto eseguendo le manutenzioni, benvenuto nella nostra città. Milano qui da noi è sempre stata solo dannosa, in tutti i campi, in tutti gli aspetti. Dai tempi del Barbarossa fino, e tutt’ora, ai giorni nostri. RAUS!

          • Provincialotto!!! dice:

            ti contraddici da solo, prima diciPaladesio solo per i brianzoli e poi tiri in ballo verona..ahaha ma smettila, se non ti sei accorto siamo nel 2014, non nel feudalesimo.ven giò dalla pianta

      • prima di tutto, fuori dai coglioni i comaschi.

  3. Come sono sbarcati se ne possono anche andare via. che vadano a giocare dove hanno sempre fatto e non rompano le scatole qui. Fra l’altro la Sport Management ha di fatto OCCUPATO e messo le mani sull’impianto di S.Albino. Impianto che è PUBBLICO, PAGATO CON I NOSTRI SOLDI. Vogliono la piscina per giocare le loro partite di pallanuoto ? Bene, che mettano mano al portafoglio e SE LA COSTRUISCANO, non si approprino dei beni pubblici. Avere in gestione un impianto non significa poterci fare quelli che si vuole, significa gestire in nome e per conto del Comune. Il quale, peraltro, si dovrebbe DARE UNA SVEGLIATA e riprendere in mano la situazione.

  4. Un momento… il presidente della spot management si chiama tosi ??? non sarà mica parente del sindaco di Verona ? Perchè se così fosse … Il ragionamento fila… Tosi = lega, bpm = lega, giunta Mariani che ha concesso l’appalto = lega. Ah ecco, adesso capisco tutto.

    • ForzaMonza dice:

      comune di Monza 2013: PD … quindi oggi la piscina è dei tuoi amati rossi. ma davanti al soldo, spiace deludere, rossi e neri sono tutti grigi!

      • Primo non amo nessuno, non voto da anni. Volevo solo fare notare questo strano allineamento di coincidenze. Piuttosto, amo il nuoto e sono arrabbiato per questo “esproprio”. Secondo, il contratto (pluriennale) non è stato siglato nel 2013, ma due o tre anni fa. E chi era sindaco ? mah, chissà. . Comunque se a te va bene che questi si impossessino di una cosa che anche tu hai pagato, buon per te. A me non sta bene. Evidentemente non sei un utente della piscina, altrimenti ti arrabbieresti anche tu.

  5. Monza non Verona dice:

    La politica centra poco. Il gestore ha vinto la gara di appalto per la gestione dovendo rispettare determinati requisiti, di investimenti (spogliatoi, vasca esterna, palestra etc…) entro i primi due anni. Non è stato fatto niente di tutto ciò. Questo dovrebbe essere fatto rispettare dall’ufficio sport, assessore e sindaco. Invece gli unici soldi usati sono quelli per abbellire l’impianto con cose inutili, che avrebbero avuto senso se fatte contestualmente agli altri investimenti…..

  6. L’altra cosa PENOSA, è l’aver tolto il nome “Pia Grande” per BPM palace. Bella pubblicità per la BPM….. Neanche un po’ di rispetto. E complimenti all’amministrazione…. Neanche la difesa alla memoria di un proprio assessore sono capaci.

  7. ma i famigliari di Pia Grande cosa ne pensano che lo stesso partito della loro congiunta la ha sostituita con una banca ??
    PECUNIA NON OLET!!!! ma che schifo i politci, mamma mia. sempre peggio!

  8. milanesi o veronesi, che si facciano i palazzetti a casa loro!

Articoli più letti di oggi