02 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Pmi Day, oltre 200 studenti brianzoli in visita presso 8 aziende del territorio

Pmi Day, oltre 200 studenti brianzoli in visita presso 8 aziende del territorio

15 Novembre 2013

Saranno circa 240 gli studenti brianzoli che in occasione della quarta edizione del “Piccola Media Industria Day” vedranno da vicino alcune realtà industriali del territorio per “toccare con mano” il mondo del lavoro. “Industriamoci”, questo il nome dell’iniziativa che metterà in relazione scuole e aziende, è un appuntamento organizzato dal Comitato piccola industria di Confindustria Monza e Brianza presieduto da Gabriella Meroni, ed è in programma dal 14 al 19 novembre. Saranno della partita otto imprese e sette istituti scolastici.

Nello specifico, il Collegio Villoresi di Monza visiterà la Canali di Sovico, l’Hensemberger di Monza si recherà alla Flowserve-Worthington di Desio e alla Salmoiraghi di Monza, gli studenti del Majorana di Cesano Maderno sono attesi alla Parigi di Monza, quelli del Mapelli di Monza andranno a visitare i Magazzini generali della Brianza di Concorezzo, il Fermi di Desio sarà ospitato dal Rosler di Concorezzo, una classe del Da Vinci di Carate Brianza farà visita alla Ksb Italia di Concorezzo, e infine l’Einstein di Vimercate sarà alla StMicroelectronics di Agrate Brianza.

«È un’iniziativa importante – commenta Gabriella Meroni – per avvicinare scuole, istituzioni e aziende. I giovani rispondono con molto entusiasmo, chiedono e si incuriosiscono. Il loro pensiero è giustamente proiettato sulle difficoltà occupazionali odierne. Il futuro? Sono moderatamente ottimista, non dipende solo dalla nostra generazione e dai giovani, ma dall’intero sistema Paese».

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Andrea Meregalli
Ho sempre sognato di scrivere una biografia in terza persona singolare, ma ora mi vergogno. E allora Andrea Meregalli, classe 1984, vivo con Isabella e Arturo Bandini, giornalista pubblicista e lettore professionista con una passionaccia [cit.] per la letteratura latinoamericana del novecento, faccio alcune cose male tra cui giocare a backgammon e suonare l'ukulele, mi piacciono il jazz e il calcio, il poker e la mitologia norrena, i whisky e la filosofia greca antica. Soprattutto mi piacciono i libri, cartacei come digitali. Mi trovate su Twitter, su Facebook (poco) e su Finzioni Magazine.


Articoli più letti di oggi