03 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Pergolettese-Monza 2-0. Asta: "È mancata l'umiltà"

Pergolettese-Monza 2-0. Asta: “È mancata l’umiltà”

10 Novembre 2013

Torna alla sconfitta il Monza, battuto a Crema dalla Pergolettese, squadra del rione Pergoletto, col punteggio di 2-0. I seriani, assieme al Santarcangelo, hanno così agganciato il i brianzoli, scesi dal secondo al quarto posto in classifica.

I biancorossi sono finiti imbrigliati nella morsa dei padroni di casa, bravissimi a giocare all’italiana, con una buona difesa e un ottimo gioco di ripartenze. I ragazzi di Asta sono stati rimbalzati dalla “Maginot” cremasca e ancora una volta hanno sofferto di gravi amnesie nella retroguardia, sempre perforata dall’inizio del campionato.

Il tecnico siculo-milanese non ha potuto disporre degli infortunati Miello, Teodorani e Fisher. Rispetto alle due ultime partite, in mezzo alla difesa Galimberti è stato preferito a Zullo e in mezzo al centrocampo Grauso a Calliari.

monza-pergolettese-stadio-crema-mbLa Pergolettese si difende a cinque nel “fortino” dello stadio Voltini e non lascia filtrare alcun pallone nella propria area. Gli unici pericoli il Monza li crea con i corner (ben 14 alla fine), mentre al contrario i padroni di casa possono approfittare delle praterie lasciate dai biancorossi tra le due linee difensive. Tra l’11’ e il 19′ sono quattro le occasioni da rete inanellate dai gialloblù. Le prime due sono tiri dal limite scoccati da Tacchinardi e Bertazzoli, che finiscono a lato. Le altre due sono invece inserimenti di Esposito, le cui conclusioni potenti di destro vengono respinte prodigiosamente da Castelli. Gli ospiti si fanno vivi dalle parti di Grandi solo al 28′ con un diagonale a mezza altezza da 10 metri di Franchino che termina sulle reti di protezione della curva occupata dai tifosi cremaschi. 2′ dopo Zanella ci prova da lontano, ma la sfera passa alta. Al 33′ Anghileri calcia un rasoterra da lontano parato da Grandi.

La ripresa ha un avvio scoppiettante. Al 4′ Finotto tira da lontano e Grandi respinge. 1′ dopo la Pergolettese passa in vantaggio a coronamento di un contropiede rifinito da Bertazzoli per Bardelloni, che s’infila in mezzo ai due difensori centrali brianzoli e insacca nell’angolino. Anche al 6′ Bardelloni ha una buona opportunità, ma il suo destro è debole. Sul ribaltamento di fronte Candido crossa dalla sinistra per Vita, la cui conclusione costringe alla parata in due tempi Grandi. Al 13′ un destro al volo di Esposito finisce a lato d’un soffio. Al 19′ e al 22′ Finotto e Candido calciano abbondantemente a lato. Al 25′ la Pergolettese raddoppia: Bertazzoli salva una palla sulla linea di fondo e crossa in mezzo dove Esposito anticipa le belle statuine Polenghi e Anghileri e infila Castelli. Al 28′ Finotto crossa dalla sinistra per Polenghi che schiaccia di testa, ma Grandi respinge miracolosamente coi piedi. Asta inserisce Ravasi e Gasbarroni per Grauso e Candido, ma il “fortino” resiste. Al 33′ Valagussa prova ancora da fuori, ma il tiro è debole per impensierire Grandi. Entra anche Terrani per Polenghi, però è la Pergolettese con Iovine a sprecare una buona occasione al 41′. Dopo 5′ di recupero in cui il Monza ha fatto inutilmente circolare la palla all’esterno di un’affollatissima area cremasca, l’arbitro sancisce la fine dell’incontro.

asta-ravasi-sala-stampa-stadio-crema-mbIn sala stampa Asta ha un diavolo per capello: “Faccio fatica a digerire una prestazione che non è stata da Monza. Bisogna mettersi in testa che se non si ‘pedala’, se non si gioca con la mentalità giusta, non si va da nessuna parte. Basta col parlare di arrivare primi: l’importante è entrare nelle prime otto. Oggi ho visto subito che non c’era la volontà di far male a quella che era la seconda miglior difesa del campionato. Siamo mancati totalmente e l’avversario ha giocato bene. A dire il vero il primo tempo è stato equilibrato, ma è mancata l’umiltà. Nella prossima partita affronteremo il Mantova che oggi ha perso e dunque sarà avvelenato più che mai. Ribadisco che non ci sono incontri facili in questo campionato”.

Sabato prossimo (tutte le partite di Lega Pro si disputeranno un giorno prima rispetto al calendario per un impegno internazionale della Nazionale Under 20 di categoria) il Monza ospiterà, appunto, il Mantova, che in seguito all’ennesima sconfitta ha sollevato dall’incarico di allenatore Antonio Sala, ex tecnico dei brianzoli e già esonerato dai virgiliani alcune settimane fa, decisione che era poi rientrata dopo due giornate. Il match del Brianteo si giocherà alle ore 20.30 anziché alle 14.30 su richiesta delle due società lombarde.

calcio-monza-stadio-crema-mbPer quanto riguarda, invece, la Coppa Italia Lega Pro, il Monza tornerà in campo il 27 novembre al Brianteo contro l’Entella, che oggi ha pareggiato 0-0 a Chiavari con il Vicenza nella sfida tra le due compagini di Prima Divisione del gruppo (il Girone A della terza serie era a riposo perché ha meno squadre del Girone B).

Sul fronte societario anche questa settimana le uniche notizie che arrivano sono da Roma. L’udienza che si è tenuta martedì scorso presso il Tribunale nazionale di arbitrato per lo sport del Coni si è rivelata, tanto per cambiare, interlocutoria. La controversia tra l’Ac Monza Brianza 1912 e la Federcalcio relativamente ai 4 punti di penalizzazione (risultati decisivi per la promozione) inflitti dalla stessa Figc alla società brianzola nella stagione trascorsa per le vicende del “calcioscommesse” si arricchirà dunque di un altro atto. “The (farcical) show must go on”…

calcio-monza-pergolettese-stadio-crema-tifosi-mbDue giorni dopo, invece, la Seconda sezione della Corte di giustizia federale ha rimesso al presidente della stessa Cgf, Piero Sandulli, gli atti relativi al ricorso presentato dal presidente della Figc, Giancarlo Abete, avverso l’incongruità della sanzione dell’ammenda di 9mila euro inflitta dal Giudice sportivo all’Ac Monza Brianza per i fatti verificatisi durante la partita Monza-Rimini dello scorso 29 settembre. Il club biancorosso era stato sanzionato per i ripetuti “cori inneggianti alla discriminazione razziale” intonati dai tifosi “in occasione delle giocate di un calciatore di colore (il senegalese Ameth Fall, ndr) della squadra avversaria, costringendo l’arbitro ad una breve sospensione della gara per gli opportuni provvedimenti”, e per i ripetuti “cori offensivi verso il portiere (Francesco Scotti, ndr)” del Rimini. La Seconda sezione della Corte di giustizia federale ha rimesso gli atti al presidente della Cgf “vista la rilevanza della questione, affinché disponga, ove ritenuti sussistenti i presupposti, la pronuncia a Sezioni unite”. La società brianzola rischia la sanzione della chiusura della curva Sud per una giornata, ma potrebbe ottenere la sospensione condizionale per un anno.

Intanto il presidente del club biancorosso Anthony Jon Domingo Armstrong-Emery, dopo aver annunciato via Facebook il suo ritorno al centro sportivo Monzello per lo scorso martedì, non si è visto per tutta la settimana né lì, né allo stadio Voltini. Il costruttore inglese è assente dalla Brianza dallo scorso settembre.

PERGOLETTESE-MONZA BRIANZA 2-0 (0-0)
PERGOLETTESE (5-3-2): Grandi; Iovine, Davini (43′ s.t. Ferri), Sembroni, Scietti, Marinoni; Esposito, Tacchinardi, Zanola (35′ s.t. Di Cesare); Bertazzoli (30′ s.t. Zerbo), Bardelloni. A disp.: Steni, Ferrara, Sambugaro, Chessa. All.: Giunta.
MONZA BRIANZA (4-4-2): Castelli; Franchino, Galimberti, Polenghi (36′ s.t. Terrani), Anghileri; Vita, Grauso (30′ s.t. Ravasi), Valagussa, Candido (30′ s.t. Gasbarroni); Finotto, Sinigaglia. A disp.: Chimini, Zullo, Bianchi, Calliari. All.: Asta.
ARBITRO: Piscopo di Imperia.
MARCATORI: 5′ s.t. Bardelloni, 25′ s.t. Esposito.
NOTE: calci d’angolo 1-14; ammoniti Marinoni, Scietti, Grauso e Finotto; recupero 1′ e 5′; spettatori paganti 618, abbonati 175, per un incasso totale di 5374 euro.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Camillo Chiarino
Monzese da sempre, ma frequento assiduamente la Brianza perché amo la quiete e la natura. In particolare adoro la Valsesia, la terra dei miei antenati paterni. Giornalista professionista "tuttologo", mi piace scrivere in particolare di politica e sport. Sono tifoso di tutte le squadre cittadine di qualsiasi disciplina e seguo da vicino le partite del Monza 1912, della Vero Volley Monza e della Saugella Monza. A proposito di pallavolo, l’ho praticata per 17 anni in società della zona, ma quando capita non mi tiro indietro a giocare a nulla, soprattutto se l’invito arriva da una esponente del gentil sesso… Mi piace molto navigare in internet, visitare mostre e monumenti e assistere a concerti, in particolare di musica folk e celtica.


Commenti

  1. Solo Monza dice:

    Armstrong probabilmente si e’ espresso male nel post su facebook non precisando la data di arrivo che probabilmente sara’ domani (martedi’) per il torneo italo brasiliano che si svolgera’ al monzello

  2. armstrong, una preghiera: rimetta i panini gratis ai giornalisti allo stadio!! questi rimpiangono seedorf 🙁

    • Camillo Chiarino dice:

      I panini allo stadio gratis per i giornalisti è da molti anni che non ci sono, da ben prima di Seedorf. Almeno credo, perché quasi mai ne ho approfittato. Dire al sottoscritto che rimpiango Seedorf è ridicolo, considerando i pessimi rapporti avuti col suo agente Deborah Martin e gli inesistenti rapporti avuti con lui, capace solo di inviare a questa testata una diffida dal proprio legale invece che aprire un confronto sulla sua disastrosa gestione societaria.

  3. armstrong l’é scapà..o l’é drée a scapà

  4. MassimoC dice:

    Ma chissenefrega di quando Armstrong arriverà fisicamente a Monza? Siamo nel 2013, con un tasto ti colleghi in videoconferenza con qualunque parte del pianeta, non c’è bisogno che sia fisicamente presente per tirare avanti la squadra.
    Quel che conta è che invii i bonifici quando servono, per il resto può stare dove vuole.

Articoli più letti di oggi