02 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Monza e le strade pericolose: prima puntata, vita da pedone

Monza e le strade pericolose: prima puntata, vita da pedone

25 Novembre 2013

Incroci bui, strade dissestate e mancanza di segnaletica verticale e orizzontale. Dura la vita del pedone monzese, per non parlare dei ciclisti che spesso devono districarsi tra piste ciclabili divelte. Tanti, troppi, gli incidenti che nelle ultime settimane hanno visto tristemente coinvolti dei pedoni, l’ultimo è di pochi giorni fa in via Aquileia, dove due anziani signori sono stati travolti da un’automobile.

Certo, è doveroso sottolineare, che non sempre i pedoni circolano dove è consentito farlo: gli attraversamenti azzardati sono all’ordine del giorno. Grazie alle numerose segnalazioni giunte alla nostra redazione, dopo che vi avevamo annunciato che avremmo fatto un servizio su questo tema, siamo andati per alcune strade di Monza per vedere con in nostri occhi la situazione. E due in particolare ci hanno colpito.

Per esempio Via Boccaccio, ore 18.30. Buio pesto, macchine che sfrecciano da entrambi i sensi di marcia. Le strisce pedonali ci sono, ma distanti l’una dall’altra. Per chi, provenendo da via Petrarca, volesse recarsi al Tennis club, ad esempio, l’unica strada da percorrere in piena sicurezza è il sottopasso. In realtà in pochi lo attraversano, spesso infatti si assiste ad attraversamenti alquanto azzardati, per usare un eufemismo. Sprezzanti del pericolo i pedoni si gettano letteralmente nel traffico rischiando di essere travolti da automobili e motorini. La visibilità è ridotta sia per chi procede a piedi sia per chi si trova alla guida: spesso gli automobilisti sono costretti a brusche frenate trovandosi davanti il pedone all’ultimo momento.

Via Boccaccio, Monza

Via Boccaccio, Monza

Via Boccaccio, Monza

Via Boccaccio, Monza

 

 

 

 

 

 

 

Per esempio, via Manzoni, ore 19. “In via Manzoni, angolo via Cavallotti, il marciapiede è orrendo e ogni giorno cadono più persone soprattutto vicino ai semafori dove le discese per disabili sono ripide e scivolose. È appena caduta una persona” questa la segnalazione di Denny. Effettivamente i marciapiedi sono stretti così come le discesce per i disabili che, soprattutto in caso di forte pioggia come in questi giorni, risultano essere particolarmente ripide. Anche in questo caso i pedoni attraversano fuori dalle strisce pedonali nel bel mezzo di un incrocio. La segnaletica orizzontale è presente, pochi metri dopo l’incrocio, ma in tanti tentano l’attraversamento azzardato. Provenendo da via Cavallotti la visibilità è ridotta e gli automobilisti, svoltando in via Gramsci, spesso si accorgono di chi attraversa solo all’ultimo momento. Sono presenti dei supporti a protezione ma le persone noncuranti passano comunque.

Via Cavallotti angolo via Gramsci e via Manzoni, Monza

Via Cavallotti angolo via Gramsci e via Manzoni, Monza

Via Cavallotti, incrocio via Manzoni e Via Gramsci

Via Cavallotti, incrocio via Manzoni e Via Gramsci

 

 

 

 

 

 

 

 

Quali sono per voi le altre vie pericolose di Monza? Inviateci a online@mbnews.it la vostra segnalazione (e foto). 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Commenti

  1. da questo servizio cosa risulta? che la maggior parte dei pedoni sono indisciplinati e attraversano dove non dovrebbero.Poi quando finiscono investiti è colpa dell’automobilista cattivo.Quindi si torna al punto di partenza, RISPETTARE TUTTI LE REGOLE(CICLISTI INCLUSI) è così complicato???

  2. E’ vero ci sono tanti incroci più o meno pericolosi, ma i pedoni dovrebbero rispettare anche loro i semafori e non attraversare a casaccio o buttarsi in strada all’ ultimo momento senza neanche guardare chi sopraggiunge!! Il malcostume c’è, tanto tra i pedoni che tra gli automobilisti!! Tutti dovremmo ripassare l’ educazione civica invece di stare sempre a denigrare o lamentarci.

Articoli più letti di oggi