05 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Monza, le Sbk corrono... via. Tra polemiche e progetti

Monza, le Sbk corrono… via. Tra polemiche e progetti

14 Novembre 2013

Strascichi e polemiche. L’Autodromo di Monza fa i conti con la possibile perdita del mondiale Superbike, la relativa cancellazione della gara monzese dal calendario 2014 a causa della pericolosità della pista e fioccano le critiche. Non le manda a dire, per esempio, Gaetano Puglisi, presidente del circolo Noi Destra di Monza.

Cristiano_Puglisi«Da appassionato di corse – scrive Puglisi in una nota stampa – dico che chi ha provocato questa situazione deve dimettersi immediatamente. Sono venuti come ‘salvatori della patria’ ma in realtà chi c’era prima di loro, nonostante gli scandali, ha sempre garantito un funzionamento. Sento parlare di poli fieristici, di lustrini e altre amenità. Benissimo, ci mancherebbe. Ma l’Autodromo nasce per le corse, per gli appassionati di corse e per i piloti. Così si finisce per perdere di vista quello che è lo scopo primario dell’impianto, ora affidato a burocrati e politicanti che nulla capiscono di motori. Bene a questi signori io dico che è ora di andare fuori dalle scatole. Sarò scurrile ma non me ne pento. Si dimettano, lascino perdere ciò che non fa per loro e rimettano la Sias in mano a chi ci capisce di competizioni automobilistiche, eviteremo così un ulteriore danno per il mondo dell’automobilismo e per la nostra città».

Monti-Andrea1-MBPer Andrea Monti, assessore provinciale allo Sport e pilota, la questione è più complessa: «Le motivazioni tecniche ci sono, sicuramente, ma non sono le uniche. Monza deve sforzarsi di restare appetibile con un vero progetto di rilancio e sviluppo dell’Autodromo. Che oggi manca. Questa mancanza rende Monza prescindibile. Lo tsunami che è capitato (tra la vicenda bolle e le questioni legate agli ex vertici di Sias, ndr) ha lasciato evidenti strascichi. La nuova amministrazione sta lavorando bene in un contesto difficile ma serve una scossa. Preoccupato per la Formula Uno? Abbiamo un contratto fino al 2016 e il circuito di Monza è la storia della Formula Uno. Il nostro territorio non può pensare di perdere questo appuntamento ma, ripeto, serve un rilancio. Così non possiamo stare tranquilli, soprattutto guardando i mercati emergenti, con le loro risorse e strutture».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Andrea Meregalli
Ho sempre sognato di scrivere una biografia in terza persona singolare, ma ora mi vergogno. E allora Andrea Meregalli, classe 1984, vivo con Isabella e Arturo Bandini, giornalista pubblicista e lettore professionista con una passionaccia [cit.] per la letteratura latinoamericana del novecento, faccio alcune cose male tra cui giocare a backgammon e suonare l'ukulele, mi piacciono il jazz e il calcio, il poker e la mitologia norrena, i whisky e la filosofia greca antica. Soprattutto mi piacciono i libri, cartacei come digitali. Mi trovate su Twitter, su Facebook (poco) e su Finzioni Magazine.


Commenti

  1. Rassegnamoci, signori, rassegnamoci… l’Autodromo deve sparire, nella volontà di quelli che decidono… lo stanno smontando pezzo a pezzo …

    • Purtroppo il padrone è Ecclestone.Stop.Se decide che non si corre più a monza, può protestare chiunque ma lui non correrà più a monza. Ha portato la F1 in mezzo al deserto,in india(dove girano col carretto..) e a singapore in città..quindi non si pone problemi.Va dove c’è il grano!qui si fanno le battaglie da pollaio..Non mi stupirei se entro 5 anni in europa rimarranno Montecarlo-spa-Russia- 1 in Spagna-1 in GB e 1 in Germania.il resto in giro per il mondo

      • sul gran premio spagnolo non ci scommetterei: già Valencia è stato definitivamente abbandonato per problemi economici, mi sa che anche Barcellona farà la stessa fine.

        la spagna resiste solamente nel motomondiale con 4 gare ma solo perchè il proprietario del circus è spagnolo…

        • si hai ragione anche la spagna rischia di sparire, forse la tengono per Alonso..in moto invece facendo 4 gp e avendo praticamente 3 fenomeni nella classe regina( e altri nelle classi minori..) gli conviene farne il più possibile..

          • Scusa ho dimenticato un “fanno mega incassi” da inserire nella frase -facendo 4 gp- Sorry!!

  2. “Da appassionato di corse” la pista di Monza è una delle più brutte per le moto. Se invece si guarda alla perdita d’incassi allora è un altro discorso…

Articoli più letti di oggi