24 Novembre 2020 Segnala una notizia
Giussano. «Curato a tempo di record». La testimonianza diretta dell'ospedale [Video]

Giussano. «Curato a tempo di record». La testimonianza diretta dell’ospedale [Video]

30 Novembre 2013

Hanno specificato che la mancanza di un pronto soccorso operativo non ha influenzato sulle cure sottoposte a LR, deceduto giovedì mattina difronte agli ascensori mentre colpito da un infarto cercava aiuto presso l’ospedale di Giussano. Il direttore sanitario, Giovanni Materia, ha chiarito: «Il paziente è stato aiutato in tempo “zero”, se fosse passato dal triage del pronto soccorso, paradossalmente, i tempi di cura sarebbero stati più lunghi. Il cuore ha smesso di funzionare immediatamente, abbiamo tentato il possibile con oltre 55 minuti di massaggio cardiaco, quando la media è attorno ai 30, ma non c’è stato nulla da fare».

«La procedura più corretta ed efficace in questi casi – commenta Alberto Albertoni, primario di Chirugia presso il nosocomio di Giussano – specialmente in caso di dolori al petto e di sospetto di infarto, è contattare il 118 che una volta sul posto riesce a trasmettere gli esami e a consultare le disponibilità e le strutture sanitarie più idonee e vicine».

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Andrea Meregalli
Ho sempre sognato di scrivere una biografia in terza persona singolare, ma ora mi vergogno. E allora Andrea Meregalli, classe 1984, vivo con Isabella e Arturo Bandini, giornalista pubblicista e lettore professionista con una passionaccia [cit.] per la letteratura latinoamericana del novecento, faccio alcune cose male tra cui giocare a backgammon e suonare l'ukulele, mi piacciono il jazz e il calcio, il poker e la mitologia norrena, i whisky e la filosofia greca antica. Soprattutto mi piacciono i libri, cartacei come digitali. Mi trovate su Twitter, su Facebook (poco) e su Finzioni Magazine.


Articoli più letti di oggi