23 Giugno 2021 Segnala una notizia
Crisi Alcatel-Lucent: approvata in Regione mozione urgente

Crisi Alcatel-Lucent: approvata in Regione mozione urgente

6 Novembre 2013

Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità, nel tardo pomeriggio, una mozione urgente sulla crisi occupazionale di Alcatel-Lucent, multinazionale delle telecomunicazioni che ha annunciato tagli per 586 dei 1200 addetti presenti in Italia, 400 dei quali occupati nello storico polo di Vimercate (MB).

Il documento, presentato dal Pd e dal Patto civico (primo firmatario il consigliere democratico Enrico Brambilla) è stato sostenuto all’unanimità anche dai gruppi di Pdl, Lega Nord, Maroni Presidente, Fratelli d’Italia, Pensionati, Movimento 5 Stelle e chiede un impegno della Giunta regionale presso il Ministero dello Sviluppo economico per la salvaguardia in Italia della ricerca e dello sviluppo nel settore tlc. In particolare si chiede di sostenere, negli ambiti di competenza, la diffusione della banda ultra-larga, della digitalizzazione della Pa e l’attivazione di un tavolo su high tech e tlc.brambialla-by-consiglio-regione-lombardia

“Alcatel Lucent è una delle ultime presenze di un settore, un tempo florido, rimasta sul nostro territorio, pertanto va scongiurata la chiusura della sede lombarda e va tutelato il know how esistente – ha detto Brambilla – Si deve al più presto mettere in campo una seria politica industriale e smettere di ragionare solo in termini di ammortizzatori sociali. Occorre intervenire sul ministero perché focalizzi l’attenzione su questo distretto ormai in grave crisi e occorre poi mettere in campo alcune misure urgenti. Con il voto di oggi abbiamo dato un indirizzo sul quale vorremmo veder lavorare appieno la Giunta regionale”.

“Esprimo la mia solidarietà e vicinanza ai lavoratori – ha aggiunto Umberto Ambrosoli per il Patto civico – Questo caso, però, dimostra come senza una visione dello sviluppo dell’innovazione sia difficile per l’Italia e la Lombardia mantenere queste realtà sul territorio. Queste multinazionali non se ne vanno per le troppe tasse, ma per la mancanza di una visione generale sullo sviluppo e sull’innovazione”.

“La situazione dell’Alcatel mette in luce un fenomeno che in Brianza abbiamo visto in più occasioni: tante aziende che chiudono e che spesso trasferiscono la loro attività in altri Paesi, con tutti i problemi connessi in termini di disoccupazione. Le imprese abbandonano il nostro territorio perché qui la tassazione è troppo elevata – ha dichiarato il capogruppo della Lega Nord, Massimiliano Romeo – Le multinazionali chiudono e se ne vanno in quanto spinte da altri regimi fiscali molto più attrattivi”.

Sostegno al documento e ai lavoratori è stato espresso in dichiarazione di voto anche da Dario Violi per il Movimento 5 Stelle.

 

fonte: ufficio stampa Consiglio Regionale della Lombardia

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Commenti

  1. Marco C. dice:

    Tutti a casa! Abituatevi all’idea! Tanto ormai la gente non li compra più gli AlcoLtel. La gente preferisce gli iFon…

    • MassimoC dice:

      Hanno target diversi: questo è il momento degli smartphone, ma c’è ancora una grossa fetta di utenti, me compreso, che non ha nessuna idolatria per l’apparecchietto mobile, e gli serve solo per telefonare e mandare qualche sms.

      In tal caso, un economicissimo Alcatel intorno alle quindicina di euro, reperibile in qualsiasi supermercato, va più che bene.

    • quanta ignoranza in poche parole… l’alcatel non fa solo telefoni, anzi è un settore marginale per loro, qui si parla di fibra ottica, ponti radio e tutto il comparto delle telecomunicazioni. Sono loro che stanno rischiando il posto!

Articoli più letti di oggi