23 Giugno 2021 Segnala una notizia
Cavriga fino alle 20.30 per, bici, runner e pedoni. Le auto si fermano alle 19

Cavriga fino alle 20.30 per, bici, runner e pedoni. Le auto si fermano alle 19

7 Novembre 2013

La polemica – oltre al traffico – corre lungo viale Cavriga e non mancano – come da prassi – dichiarazioni e smentite. È la volta dell’assessore alla Mobilità del comune di Monza, Paolo Confalonieri, che affida a una nota stampa la propria replica alle recenti uscite delle associazioni green che si battono per la chiusura sperimentale e in alcune fasce orarie dell’arteria interna al Parco.

«Il transito del traffico privato lungo il viale Cavriga è consentito fino alle 19, come di consueto nella stagione invernale. L’apertura fino alle 20.30 riguarderà solo gli utenti del parco, tra cui ciclisti, pedoni e molti runner, che utilizzano l’area verde fin nel tardo pomeriggio. Nei giorni scorsi è stata un po’ enfatizzata la mia posizione. Nell’incontro con alcune associazioni avevo ribadito le motivazioni che ci impediscono attualmente di chiudere completamente al traffico di attraversamento viale Cavriga: tale intervento infatti scaricherebbe le auto nelle vie residenziali Lecco, Cantore e Boccaccio, dove i dati dicono che si registrano consistenti flussi di veicoli, con punte molto elevate anche sino alle 20 circa. Dopo attenta riflessione manteniamo l’apertura consueta alle auto fino alle 19».

La questione è finita qui? Non se ne parla proprio: dopo l’ultimo editoriale del nostro direttore che ha fatto molto discutere, abbiamo in serbo un nuovo servizio nel quale elencheremo le soluzioni low cost per incentivare la mobilità ecosostenibile.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Andrea Meregalli
Ho sempre sognato di scrivere una biografia in terza persona singolare, ma ora mi vergogno. E allora Andrea Meregalli, classe 1984, vivo con Isabella e Arturo Bandini, giornalista pubblicista e lettore professionista con una passionaccia [cit.] per la letteratura latinoamericana del novecento, faccio alcune cose male tra cui giocare a backgammon e suonare l'ukulele, mi piacciono il jazz e il calcio, il poker e la mitologia norrena, i whisky e la filosofia greca antica. Soprattutto mi piacciono i libri, cartacei come digitali. Mi trovate su Twitter, su Facebook (poco) e su Finzioni Magazine.


Commenti

  1. Marco C. dice:

    Scanagatti la prego intervenga! Ci faccia uscire da questo incubo! Qui stanno dando i numeri. Bici, runner e pedoni in 688 ettari di buio oscurità… Era buio pesto la sera di San Giovanni, figuriamoci adesso…O.M.G.

  2. Alle 20, in inverno, è già praticamente notte. Io, personalmente, di notte in bici o a piedi nel Parco non ci entro manco se mi pagano… Ma dico, prima di partorire queste idee geniali, pensano alle implicazioni oppure le buttano li’ di getto alla “come viene viene” ?

  3. di runners con le frontali ce ne entrano anche col buio pesto, che siano le 6 di mattina, le 18 o le 20! provare per credere

Articoli più letti di oggi