03 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Bames in tribunale: verso il fallimento ma con nuove speranze

Bames in tribunale: verso il fallimento ma con nuove speranze

4 Ottobre 2013

Si è svolta mercoledì 2 ottobre l’udienza del tribunale di Monza riguardo la richiesta di concordato preventivo per Bames, presentato dalla famiglia Bartolini, proprietaria dell’azienda. Un’udienza dove hanno assistito anche i sindacati e supportata da un corteo di 150 lavoratori all’esterno, pronti a far sentire la propria voce.

Quanto portato dai legali della famiglia Bartolini non ha aggiunto nulla di nuovo a quanto presentato nell’ultima udienza: un particolare ribadito anche dal sostituto Procuratore Mapelli, presente all’udienza – afferma Gigi Redaelli, segretario Fim Cisl Brianza-. Sono stati avanzati forti dubbi da Mapelli sulla sostenibilità giuridica del concordato che ha ribadito che forse la strada del fallimento, magari in esercizio provvisorio, sia quella più lineare per affrontare tale situazione“.

Data la grave situazione e la scadenza del 22 ottobre il tribunale molto probabilmente metterà in una corsia preferenziale il caso dando una risposta positiva o negativa alla richiesta di concordato preventivo presentato da Bartolini nel giro pochi giorni.

Paradossalmente insieme ai lavoratori siamo arrivati al punto di sperare nel rigetto della richiesta e del conseguente fallimento dell’azienda – continua Redaelli – dopo tutti questi anni di licenziamenti e lotte crediamo che la cosa migliore sia l’estromissione dall’azienda di Bartolini per tentare una reindustrializzazione dell’area, mai avvenuta in sua presenza: il fallimento allontanerebbe la famiglia Bartolini e ci darebbe la possibilità di cercare nuovi investitori, aiutati dalle istituzioni, che ci hanno dato tutto la loro disponibilità”.

A fine mese è prevista anche l’udienza in tribunale per i “cugini” di Sem: la sentenza che uscirà a giorni su Bames potrebbe tracciare una linea di indirizzo anche per Sem nella speranza che l’area ex-Ibm torni produttiva.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Commenti

  1. michele monopoli dice:

    Che storia, pensate, in cassa integrazione dal 2006, 7 anni di cassa integrazione e di “bufale” rifilate ai poveri dipendenti e di spese inutili per i poveri contribuenti. Le responsabilita’? Di tutti, in primis dei sindacati, un sindacato capace solo di ottenere cassa integrazione non ci serve a nulla, serve un sindacato che metta in guardia i lavoratori da personaggi come Bartolini che aveva gia’ messo nei guai Siemens e da tipi come Polesel della mitica K314 accolto a Vimercate come un eroe dopo aver “ammazzato” Jabil ed essere scappato dai lavoratori infuriati che cercavano di fargli la pelle…. Italia, Italia cosa possiamo salvare? Non i politici, non i sindacati, non gli imprenditori e chi allora??? datemi voi la risposta

Articoli più letti di oggi