04 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Diciassette arresti per mafia grazie a Lea Garofalo

Diciassette arresti per mafia grazie a Lea Garofalo

29 Ottobre 2013

Lea e Denise, madre e figlia unite dal doloroso sacrificio della prima in nome della Giustizia e di una vita migliore per la sua bambina, oggi vedranno in parte attutito il loro dolore, grazie ai 17 arresti per ‘Ndrangheta effettuati proprio grazie alle testimonianze della Garofalo.

I funerali di “mamma coraggio”, la voce rotta della figlia Denise che dal cuore di Milano ha ringraziato le migliaia di persone intervenute a salutare sua madre, sono ricordo ancora fresco. Lea Garofalo, uccisa nel 2009 dal suo ex compagno e padre di sua figlia per aver denunciato la sua collusione con ambienti della malavita il cui corpo è stato bruciato in un campo alla periferia di Monza, ha contribuito in maniera determinante all’arresto di diciassette persone colpevoli di almeno sette delitti commessi tra il 1989 ed il 2007, nel crotonese. I carabinieri di Crotone hanno fermato boss ed affiliati vicini a clan in guerra tra loro da decenni, mentre l’operazione va avanti in queste ore anche in Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Campania e Abruzzo. Le accuse ai soggetti coinvolti nella maxi operazione sono, a vario titolo, associazione a delinquere di stampo mafioso, omicidio aggravato, ricettazione, traffico di droga e porto abusivo di armi.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi