18 Giugno 2021 Segnala una notizia
Monza, Centro civico Libertà: taglio del nastro a Natale

Monza, Centro civico Libertà: taglio del nastro a Natale

21 Ottobre 2013

Ancora un mese e mezzo di lavori, poi il centro civico di viale Libertà potrà essere inaugurato. Da alcune settimane l’amministrazione comunale

Antonio Marrazzo

Antonio Marrazzo

ha ripreso le operazioni per completare il cantiere della struttura progettata oramai quasi dieci anni fa per un costo complessivo di oltre 4 milioni di euro.

L’opera, bloccata a pochi metri dal completamento a causa della crisi economica, era abbandonata a se stessa da oltre due anni. La giunta per far ripartire il cantiere ha previsto una spesa complessiva di 21 mila euro. “Siamo arrivati a pochi metri dal traguardo – ha commentato l’assessore alle Opere pubbliche, Antonio Marrazzo -. Per quanto riguarda il suo impiego, sarà sicuramente utilizzata per favorire le attività del quartiere”.

All’appello mancano alcuni interventi complementari come il porfido sui vialetti, l’impianto di illuminazione e le aiuole.

Egidio Longoni

Egidio Longoni

Nell’area intorno al centro civico sono stati avviati anche lavori di riqualificazione che prevedono la realizzazione di un breve tratto ciclopedonale, rastrelliere per bici, aiuole floreali.

Nel frattempo è arrivato in porto il bando per la gestione indetto la scorsa estate.  L’obiettivo è individuare una serie di servizi da mettere a disposizione del rione: spazi per associazioni, aree innovative dedicate ai più piccoli e alle loro famiglie, un bar e una sala prove, un auditorium e uno spazio mostre (dovrebbero essere previsti anche degli spazi commerciali). “Si tratta di un bando di coprogettazione – spiega l’assessore agli Affari generali, Egidio Longoni -. Abbiamo individuato un’associazione temporanea di impresa con la quale a breve inizieremo a mettere a punto il progetto di gestione. Il centro sarà comunque aperto sicuramente prima della fine dell’anno”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Commenti

  1. MassimoC dice:

    Speremm.
    Certo che dispiace che per costruire quell’opera (ma sarà poi veramente utile? Da quanto si apprende dall’articolo, sembra che il succo sia: prima costruiamo l’edificio, poi vediamo a cosa destinarlo) è stato sacrificato l’ultimissimo prato rimasto tra i palazzoni del nuovo quartiere. Adesso rimane solo qualche aiuola.
    Ma ormai…. palazzinari avanti tutta!!!!!

    • per non parlare della bruttezza estetica dell’opera…

      • Se mi avessero dato 4 milioni, con paletta e secchiello avrei fatto di meglio. Complimenti per il gusto! -_-‘

        • Davvero ORRIPILANTE… Qualche alberello a nasconderla un po’ non guasterebbe…

  2. Andrea Brambilla dice:

    Anche io spero che il centro civico serva davvero a qualcosa… ormai però per questo ed altri problemi sto perdendo le speranze…

  3. ma è stato progettato in unione sovietica?? o nella romania di ceausescu? peggio della casa popolare più brutta!

Articoli più letti di oggi