28 Novembre 2020 Segnala una notizia
La lamentela: "Alla Festa della Birra di Brugherio non c'era abbastanza cibo!"

La lamentela: “Alla Festa della Birra di Brugherio non c’era abbastanza cibo!”

2 Ottobre 2013

Buonasera,
sono una vostra assidua lettrice di Brugherio. Vi scrivo perché vorrei raccontare una pessima esperienza che riguarda un evento organizzato dai commercianti e dal Comune della mia città.

Sabato sera con amici mi sono recato alla Festa della Birra o Oktoberfest che di Oktoberfest non aveva nemmeno l’ombra. C’erano una decina di stand dove bere e mangiare e un complesso di ragazzotti che suonavano…

Poteva essere una serata simpatica ma si è rivelata un fiasco. Motivo? Semplice, alle 21.10, dopo aver fatto tre file a tre stand diversi per mangiare qualcosa, sono riuscita a prenotare tre piatti tipici con wurstel e crauti. Niente di meglio insomma…

Dopo aver atteso venti minuti mi sono stati consegnati tre piatti con due orrende salsicce italiane di pessima qualità e patatine fritte….I wurstel e i crauti erano finiti!

E quel che è peggio, dopo cinque minuti, lo chef ha annunciato di aver finito tutto il resto! Stesso copione allo stand della pizza e dei panini!!!

Non voglio dare la colpa a nessuno ma insomma mi chiedo come si fa ad organizzare un evento simile prevedendo che alle 21 abbiano già tutti cenato?? Soprattutto se è sabato sera, se c’è un sacco di gente e se fa anche caldo estivo!!

Credo che questi commercianti e organizzatori dovrebbero farsi un giro in qualsiasi oktoberfest tedesca, oppure in una qualsiasi sagra toscana estiva, per capire come si fa a non rimanere senza cibo!!

Se solo un euro pubblico è stato speso per questo evento, credo che vada fatta un’ulteriore riflessione….

Grazie se vorrà pubblicarla

Claudio P.

Immagine archivio MB News.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Commenti

  1. Francesca dice:

    Buongiorno, sicuramente non è stato gradevole per la nostra lettrice quello che è successo, questo lo capisco bene. Vorrei si tenesse in considerazione che era la prima volta che veniva organizzato un evento del genere a Brugherio e quindi probabilmente non si era certi del risultato. Inoltre la prima sera della festa, il venerdì, non era stato venduto quasi niente di cibo (a causa forse anche di una poca pubblicità, dal volantino non si capiva molto bene che ci sarebbero stati anche stand per il cibo). Questo probabilmente ha fatto sì che si andasse un pò al risparmio con le scorte di cibo.
    Paragonare la Festa della Birra di Brugherio a una qualsiasi Oktoberfest tedesca mi sembra un pò eccessivo…
    Io ho trovato che nonostante le difficoltà e i piccoli disagi, sia stata una festa riuscita. Tanti partecipanti (e tanta birra) con la voglia di stare insieme, incontrarsi, ridere, scherzare, condividere una serata.
    A Brugherio mancavano da un pò queste cose, si respirava un bel clima.

  2. Francesca dice:

    Una lettrice che si chiama Claudio???

    • Simona Sasso dice:

      Le critiche sono sempre accettabili e utili per suggerire eventualmente miglioramenti e spunti per il futuro, ma lo spirito e le modalità con cui vanno fatte dovrebbero essere costruttivi. Purtroppo non sempre chi critica ne è all’altezza. E poi, una critica lanciata da un anonimo non può essere presa in considerazione.

  3. Aurora Marella dice:

    Si chiamava BAM questa festa: birra, arte e musica. mi sembra che c’era
    tutto..Si respirava davvero un bel clima. Atmosfera di creatività.
    Quello è il vero cibo. Sarebbe bello guardare tutto ciò che c’è stato,
    non solo la parte che riguarda lo stomaco. I “ragazzotti” che suonavano e
    tutti gli eventi artistici proposti stavano portando la dedizione ad un
    progetto. Non mi sembra poco. Il BAM ha dato l’occasione di mostrare
    l’estro di persone che agiscono con l’anima accesa. La critica al cibo
    mi sembra troppo enfatica. La vedrei più come un appunto per le prossime
    edizioni per migliorare l’aspetto logistico. Nulla più. e Nulla a
    togliere agli altri aspetti ben più significativi dell’iniziativa.
    Aurora

Articoli più letti di oggi