26 Novembre 2020 Segnala una notizia
Cesano Maderno. Travolti mentre andavano in gita in Svizzera, assolto l'autista del bus

Cesano Maderno. Travolti mentre andavano in gita in Svizzera, assolto l’autista del bus

3 Ottobre 2013

Era stato accusato di aver parcheggiato il bus che portava i turisti ai mercatini di Natale dove non doveva. Un gruppo di gitanti, fermi sul ciglio della strada, fu travolto dall’auto di un 21enne. Nell’incidente morirono due persone e altre venticinque rimasero ferite. Tre anni fa l’autista del bus era stato indagato per concorso in duplice omicidio e lesioni. Il Tribunale di Desio, mercoledì mattina, lo ha assolto con formula piena.

Era l’alba del 14 dicembre del 2008 quando Luigi Nobile ha accostato a bordo strada il grande bus turistico diretto in Svizzera, nei pressi del cimitero di Cesano Maderno. Mentre le persone dirette ai mercatini di Natale stavano salendo a bordo, un’automobile con a bordo un uomo di ritorno dalla casa della fidanzata, li ha travolti. Il bilancio dell’incidente è stato tragico: due morti e venticinque feriti. Il guidatore dell’auto ha patteggiato una condanna a due anni e mezzo nel 2009, mentre un anno dopo è arrivato l’avviso di garanzia anche per Nobile. L’accusa, grave, lo vedeva corresponsabile del fatto per non aver posteggiato in un luogo idoneo. Il Tribunale di Desio, dopo aver valutato le prove e le perizie del caso, ha però decretato l’assoluzione dell’autista, ritenendolo estraneo ai fatti.

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi