04 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Il respiro corto di Monza. Qualità dell'aria sempre critica

Il respiro corto di Monza. Qualità dell’aria sempre critica

17 Ottobre 2013

Oltre i limiti per 121 giorni, dodicesimo peggior risultato d’Europa secondo l’Agenzia Europea per l’Ambiente. Il Vecchio Continente conferma che tira una “brutta aria” nel capoluogo brianzolo, specialmente per quanto concerne le polveri sottili, il Pm10, superando il tetto limite imposto dall’Unione Europea un giorno su tre nel 2012. Ma nessuno, lo scorso anno, ha fatto peggio di Monza sul fronte diossido d’azoto, NO2, con la città di Teodolinda che guida la graduatoria del gas in questione, prodotto da motori e da caldaie e complessi industriali.

Brianza, Lombardia e, in generale, tutto il Nord Italia con il fiato corto: in particolare la Pianura Padana è fra le aree maggiormente colpite dal livello troppo elevato di polveri ultrafini e ozono, che non risparmia nemmeno le aree rurali. Primo indiziato delle emissioni il traffico, poi l’industria, l’agricoltura e le abitazioni.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Andrea Meregalli
Ho sempre sognato di scrivere una biografia in terza persona singolare, ma ora mi vergogno. E allora Andrea Meregalli, classe 1984, vivo con Isabella e Arturo Bandini, giornalista pubblicista e lettore professionista con una passionaccia [cit.] per la letteratura latinoamericana del novecento, faccio alcune cose male tra cui giocare a backgammon e suonare l'ukulele, mi piacciono il jazz e il calcio, il poker e la mitologia norrena, i whisky e la filosofia greca antica. Soprattutto mi piacciono i libri, cartacei come digitali. Mi trovate su Twitter, su Facebook (poco) e su Finzioni Magazine.


Articoli più letti di oggi