24 Novembre 2020 Segnala una notizia
Assicurazione scaduta, quasi investe un carabiniere per fuggire

Assicurazione scaduta, quasi investe un carabiniere per fuggire

17 Ottobre 2013

Una corsa apparentemente priva di senso per non farsi fermare dagli agenti della Polizia Locale, ha rischiato di trasformarsi in tragedia. Un 42enne, nonostante un carabiniere si fosse messo a piedi in mezzo alla strada con la paletta in mano per intimargli l’alt, ha proseguito diritto tentando di investirlo. Raggiunto poco dopo dai militari in auto, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.

Mercoledì pomeriggio una pattuglia dell’aliquota radiomobile dell’Arma di Monza, nel corso di un servizio di controllo del territorio a Biassono, era ferma in colonna ad un semaforo. Poco dopo ha visto sopraggiungere uno scooter, proveniente dalla direzione opposta a grande velocità, inseguito da una pattuglia della Polizia Locale. Per dare man forte ai colleghi, i carabinieri si sono messi all’inseguimento del motorino. Il conducente del mezzo, dopo una brusca frenata, ha imboccato una strada secondaria in contromano. Uno dei carabinieri, già sceso dall’auto e corso nel centro dell’incrocio, ha tentato di fermarlo intimandogli l’alt con la paletta. L’uomo ha però accelerato andandogli contro, costringendolo a gettarsi a lato strada per non finire investito.

Bloccato poco dopo dalle auto di Carabinieri e Polizia Locale, O.K.B.A, tunisino residente a Macherio, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo, condannato per direttissima a sei mesi con pena sospesa, non voleva essere controllato a causa dell’assicurazione scaduta.

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi