17 Giugno 2021 Segnala una notizia

Cambiali protestate in calo: Monza e Brianza provincia virtuosa

7 Ottobre 2013

Parola d’ordine “pagherò”. Dopo il boom del 2009 in cui la crisi aveva fatto impennare le cambiali protestate, in Italia si torna a pagare così. Tra gennaio e agosto 2013, sono state circa 640mila le cambiali non andate a buon fine, il 4,2% in meno rispetto allo scorso anno in termini numerici. Il valore complessivo dei “pagherò” non pagati si attesta a 1,1 miliardi di euro (-1,6% rispetto al 2012, in termini di valore economico). E’ quanto emerge da una elaborazione dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Repr.

Imperia è la provincia più virtuosa: il valore delle cambiali protestate in un anno diminuisce di -85,8%. Al secondo posto Isernia (-60,2%) e al terzo posto nella classifica Biella (-48%). Monza e Brianza e Como sono le province lombarde a comparire nella classifica delle 10 più virtuose in Italia (a Monza e Brianza 13,1 milioni il valore delle cambiali protestate, -39,1%). A Milano il valore dei titoli protestati è diminuito del -9,5% (57,9 milioni). Nella classifica delle province in cui il valore delle cambiali non andate a buon fine aumenta, Avellino registra un aumento tra 2012 e 2013 del +354,2%, seguita da Ravenna e Belluno (rispettivamente +251,5% e 155,5%). Così come tornano i “pagherò” non pagati a Ferrara, dove il valore delle cambiali non andate a buon fine è aumentato del 76,3% (per un valore di 4 milioni di Euro), a Udine del 71,1% (5 milioni), a Reggio Emilia del 68,1% (4,2 milioni), ma anche a Roma del 20,3% (111 milioni di euro).

Il valore delle cambiali protestate in un anno in Lombardia diminuisce dell’11,1%. Tra le province virtuose Como, dove le cambiali protestate in circolazione tra gennaio e agosto 2013 diminuiscono del 46,6% in un anno (8,1 milioni di Euro), Monza e Brianza -39,1% (13,1 milioni), Brescia -25,2% (27,7 milioni), Varese -17,1% (8,8 milioni) e Milano -9,5% (57,9 milioni).

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Commenti

  1. Nel fare questi calcoli statistici e nel calcolare le percentuali, bisogna però considerare il fatto che nella zona di Monza, si accettano sempre meno le cambiali che sono viste come sinonimo di “cattivo pagatore”.
    Per cui la diminuzione dei protesti e/o delle cambiali insolute non è da imputare solo ad un “virtuosismo” di alcune provincie, bensì soprattutto al fatto che molte realtà non accettano più pagamenti cambiari

Articoli più letti di oggi