15 Giugno 2021 Segnala una notizia
Agrate, incendio acciaieria: esclusa ogni contaminazione

Agrate, incendio acciaieria: esclusa ogni contaminazione

28 Ottobre 2013

Sembrerebbe non aver causato danni all’ambiente e alla salute l’incendio divampato ieri sera intorno alle sei alla storica acciaieria di Agrate Brianza Fiav Mazzacchera.

Il fuoco sarebbe divampato all’esterno dei capannoni, per poi propagarsi fino al suo interno. A far partire il tutto sarebbe stato un cortocircuito elettrico che avrebbe prodotto una scintilla venuta a contatto con del materiale infiammabile. Le fiamme e il fumo denso e scuro, hanno fatto temere il peggio, con la chiusura anche del tratto di A4 che passa di fronte all’azienda che ha sede in via Archimede. Essendo domenica, la fabbrica era vuota e nessuno è rimasto ferito. I vigili del fuoco intervenuti con oltre 10 dieci mezzi hanno impiegato diverse ore per domare il rogo, le fiamme sono state viste anche da chi percorreva l’autostrada, molti infatti gli automibilisti che l’hanno segnalato al 112.

Ancora da quantificare i danni ai capannoni e quando potrà ricominciare l’attività produttiva. Unico ferito, non grave, un vigile del fuoco intervenuto ieri sera. L’Arpa ha escluso contaminazioni nocive sia nell’aria che nelle acque reflue.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Articoli più letti di oggi