Attualità

Un funerale a Milano per onorare la memoria di Lea Garofalo

Un funerale celebrativo per ricordare a tutti cosa ha fatto sua madre. Questo desidera Denise, figlia di Lea Garofalo, uccisa dall'ex compagno perché colpevole di aver collaborato con la Giustizia.

lea-garofalo-targa-monza

Un funerale celebrativo per ricordare a tutti cosa ha fatto sua madre. Questo desidera Denise, figlia di Lea Garofalo, uccisa dall’ex compagno perché colpevole di aver collaborato con la Giustizia. A maggio scorso quattro persone sono state condannate al carcere a vita per aver trucidato Lea Garofalo, la quarantenne calabrese che ha denunciato il suo ex compagno e padre della loro figlia, perché vicino alla malavita organizzata.

Ora Denise, oggi 22 enne, vuole onorare sua madre organizzando un funerale solenne a Milano. Una bambina tra le braccia, nessuna certezza, Lea Garofalo ha abbandonato il suo compagno Carlo Cosco quando la loro figlia Denise aveva poco più di tredici anni. Non voleva più respirare aria di crimini e malavita, a cui quell’uomo avrebbe condannato anche la loro bambina. Inizialmente vivendo sotto copertura, Lea Garofalo ha permesso a Denise di finire gli studi e, una volta che la ragazza è diventata maggiorenne, ha deciso di non usufruire più della “copertura”, per permettere a sua figlia di vivere libera, per non lasciare che la cattiveria e la delinquenza potessero decidere in che modo entrambe dovessero vivere. Nel 2009, attirata dalle pressanti richieste di alcuni familiari del suo ex compagno, Lea Garofalo ha accompagnato Denise a Milano, perché potesse incontrarli. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, Cosco e compagni la aspettarono proprio lì, rapendola appena Lea aveva rimesso piede per la strada. Picchiata selvaggiamente in un appartamento milanese, la donna sarebbe stata strangolata e poi bruciata in un campo del quartiere San Fruttuoso, a Monza. Ora Denise vuole un funerale a Milano, ed il Comune la sta aiutando ad organizzarlo.

 

 

 

Più informazioni
commenta