Cultura

Concorso “Ettore Pozzoli”: domani l’attesa finalissima a tre

Irina Chistiakova, Jonathan Fournel e Alexander Yakovlev sono i tre finalisti 28esima edizione del Concorso pianistico internazionale “Ettore Pozzoli”.

concorso-ettore-pozzoli-2013-seregno-finalisti

Irina Chistiakova, Jonathan Fournel e Alexander Yakovlev sono i tre finalisti 28esima edizione del Concorso pianistico internazionale “Ettore Pozzoli”. La Giuria, presieduta da Boris Petrushansky e composta da Vincenzo Balzani, Barbara Tolomelli, Nora Doallo, Albert Mamriev, Myrthala Salazar Davila e Mihai Ungureanu, li ha scelti al termine delle semifinali di sabato e domenica.

La russa Irina Chistiakova, 23 anni compiuti a maggio, ha studiato al Conservatorio «Tchaikovsky» di Mosca, la sua città, con Mikhail Voskresensky e Anatoly Riabov. Nel dicembre 2010 ha vinto il «Manuel Ponce International Piano Competition» di Toluca, in Messico, mentre l’anno scorso, a novembre, è arrivata terza al «Claudio Arrau International Piano Competition» di Quilpe, in Cile. In finale porterà il Concerto op. 15 in re minore di Brahms.

Jonathan Fournel, «baby» talento francese, è nato a Sarrebourg nella regione della Lorena e compirà vent’anni il prossimo 2 ottobre. Fournel, che in questa edizione del «Pozzoli» ha già vinto due premi «speciali» (miglior esecutore degli studi di Pozzoli e più giovane semifinalista), ha studiato al «Conservatoire national supérieur de musique» di Parigi. Tra i suoi maestri, Robert Leonardy, Jean Micault, Gisèle Magnan, Bruno Rigutto e Aldo Ciccolini. Nel 2005, a soli 12 anni, Fournel ha vinto il «Concours Musical de France» a Parigi. L’anno dopo partecipa al «Madeleine de Valmalète Piano Competition», organizzato dalla Fondazione «Maurice Ravel» e nel 2008 vince il premio «Franz Liszt» al «Concours d’Ile-de-France». In finale si esibirà nel Concerto op. 21 in fa minore di Chopin.

Alexander Yakovlev, 32 anni di Rostov, è in finale per la seconda volta. Nell’edizione 2011 fu secondo, alle spalle del connazionale Alexey Chernov. Yakovlev ha studiato al Conservatorio di Rostov e poi in Germania, all’«University of the Arts» di Berlino. Numerosi i concorsi nel suo «curriculum» e un feeling particolare con il nostro Paese («Varallo», «Cantù», «Rina Sala Gallo»). Per la finale l’esperto pianista russo ha scelto Beethoven, il Concerto op. 58 in sol maggiore, suo «cavallo di battaglia», già portato nella finale del 2011.

Martedì 27 settembre, alle ore 20.30, sul palco del Teatro «San Rocco» i tre finalisti suoneranno con l’Orchestra Filarmonica «Ettore Pozzoli» di Seregno, diretta dal maestro Francesco Ommassini.

Questo l’ordine di esibizione della finale: Alexander Yakovlev, Jonathan Fournel e Irina Chistiakova. La prova finale sarà trasmessa in diretta streaming audio e video sul sito del Concorso «Pozzoli» (www.concorsopozzoli.it).

commenta