25 Novembre 2020 Segnala una notizia
Nuovo regolamento per il Parco, in arrivo aree per cani, cavalli e differenziata

Nuovo regolamento per il Parco, in arrivo aree per cani, cavalli e differenziata

17 Settembre 2013

Sono anni che se ne parla. La necessità di rinnovare il regolamento del Parco è uno di quegli argomenti che periodicamente spuntano fra le pieghe delle polemiche della politica monzese, ma che dopo un paio di giorni di chiacchiere finiscono nel dimenticatoio.

Il Consorzio di gestione del Parco sembra però avere dato un colpo di acceleratore decisivo. Dopo anni di attesa, il direttore, Lorenzo Lamperti, ha annunciato che il Consiglio ha dato via libera a un nuovo regolamento ispirato niente meno che alle norme in vigore a Venaria e Central park.

L’iter per l’approvazione finale tuttavia non è affatto concluso. L’ok del Consigio del Consorzio non è che un primo passo formale, al quale ne dovrà seguire un secondo, l’approvazione del Consiglio comunale di Monza. Il Consorzio ha già provveduto a trasmettere il documento agli uffici del palazzo municipale e nei prossimi giorno l’argomento verrà calendarizzato. Sotto la lente dell’aula finiranno le linee guida varate dal Consorzio.

Le novità principali riguardano la creazione di aree di sguinzagliamento per i cani, la creazione di percorsi ad hoc per i cavalli, il divieto di accendere barbecue, nuova segnaletica, nuove aree per praticare attività sportiva e il prolungamento dell’orario di apertura (già l’orario di chiusura invernale verrà prorogato dalle 19,30 alle 2030) e soprattutto l’introduzione di aree ecologiche per la raccolta differenziata.

Nel frattempo, un primo cambiamento è già stato registrato: l’info point è stato trasferito da cascina Bastia, scomoda e fuori mano, a porta Monza, che rappresenta l’ingresso principali del polmone verde.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Commenti

  1. Una cosa bella del parco è la libertà, la facoltà di poterlo utilizzare come si vuole, per correre, andare in bici o a passeggio, con i pattini, a cavallo, con il proprio cane o con i bambini. Siamo sicuri che regolamentare queste attività, limitarle e confinarle sia un’idea intelligente, perseguibile ed auspicabile?

    • fare quello che si vuole quando non si è soli non è libertà. Se i padroni dei cani osservassero il regolamento nessuno si lamenterebbe.

  2. mi chiedo: ci sarà un’area cani ad ogni ingresso? gli ingressi anche pedonali sono molti e non è pensabile che chi entra a un ingresso faccia della strada per raggiungere l’area cani più vicina e non liberi il cane come succede ora.
    inoltre, visto che ci sono le aree cani, ci saranno multe più severe per chi libera il cane fuori di essa? Infine, chi controllerà? i vigili? Alla fine lo spazio per i cittadini sarà ridotto e non cambierà nulla perchè i proprietari dei cani non osserveranno il regolamento.

  3. Pierluigi Galimberti dice:

    Buongiorno, la deliberazione del Consiglio di gestione del Consorzio che contiene il testo integrale del nuovo regolamento e la relativa approvazione è la n.12 del 23 MAGGIO 2013. Purtroppo non la si trova più nell’Albo Pretorio del Consorzio, perché questo non dispone di un archivio e rimuove dall’albo i documenti, trascorsi i termini di legge obbligatori di pubblicazione.

  4. Fulvio Brambilla dice:

    Aree per tutti, cani,cavalli,e nemmeno uno spazio per la pratica del naturismo e del prender sole senza costume come in molti parchi in Germania.Magari con una piscina temporanea nei mesi estivi. QUnado si capirà il potenziale del naturismo anche in italia, mentre all’estero fanno affari d’ oro?.

Articoli più letti di oggi