24 Novembre 2020 Segnala una notizia
Monza, rifiuti a cielo aperto. Dietro l'Università è arrivato il frigorifero

Monza, rifiuti a cielo aperto. Dietro l’Università è arrivato il frigorifero

25 Settembre 2013

Il divano c’è da qualche mese (e c’è ancora). Ora, nella discarica a cielo aperto tra Monza, Vedano e Lissone, già denunciata in tempi non sospetti da MB News, è arrivato pure il frigorifero. Appena dietro uno dei luoghi simbolo della nostra provincia, cioè il complesso sanitario d’eccellenza composto dall’ospedale San Gerardo e dalla sede distaccata dell’Università Milano-Bicocca, in quella che doveva essere la Sp6, forse complice l’estate, qualcuno ha pensato bene (male) di accalcare anche un frigorifero biancastro all’ammasso di rifiuti che sostano indisturbati da mesi.

Una situazione arcinota, copioso il passaggio giornaliero di autovetture e a un tiro di schioopo l’intersezione con la Ss36, ma via Grandi della Vittoria, questo il nome della “strada dei rifiuti”, non sembra migliorare, nonostante le dichiarazioni di Antonio Marrazzo, assessore monzese al Decoro urbano, che al nostro taccuino promise un intervento e l’individuazione dei responsabili.

Per adesso, divano e frigorifero sono al loro posto (si fa per dire), abusivo e in mezzo alla strada, e in buona compagnia tra sacchetti della spazzatura, giornali per adulti, bottiglie, plastica, cerchioni di automobili, vetri rotti e oggetti non meglio identificati. Una bella lezione di inciviltà per le migliaia di brianzoli che vi passano davanti.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Andrea Meregalli
Ho sempre sognato di scrivere una biografia in terza persona singolare, ma ora mi vergogno. E allora Andrea Meregalli, classe 1984, vivo con Isabella e Arturo Bandini, giornalista pubblicista e lettore professionista con una passionaccia [cit.] per la letteratura latinoamericana del novecento, faccio alcune cose male tra cui giocare a backgammon e suonare l'ukulele, mi piacciono il jazz e il calcio, il poker e la mitologia norrena, i whisky e la filosofia greca antica. Soprattutto mi piacciono i libri, cartacei come digitali. Mi trovate su Twitter, su Facebook (poco) e su Finzioni Magazine.


Articoli più letti di oggi