29 Novembre 2020 Segnala una notizia
Gp, scatta il piano della viabilità: pronti 16 mila posti auto e treni speciali

Gp, scatta il piano della viabilità: pronti 16 mila posti auto e treni speciali

5 Settembre 2013

Pronto per entrare in azione il piano viabilistico di emergenza per il Gp. Le avanguardie di tifosi hanno iniziato a invadere la città e secondo le previsione di Sias, la società titolare della gestione dell’autodromo, sono attesi circa 160 mila tifosi, pari a un indotto che secondo la Camera di commercio toccherà quota 16 milioni di euro solo per la Brianza, mentre per l’area compresa fra Milano, Lecco e Como dovrebbe arrivare ai 31. L’amministrazione comunale ha già messo a punto il piano viabilità, che poi è lo stesso dell’anno scorso e di questi ultimi dieci anni.

La differenza sostanziale rispetto al passato è questo è il primo Gp col buco. Ovvero: è la prima volta da parecchi anni a questa parte che la viabilità dovrebbe essere agevolata dalla presenza del tunnel sotto viale Lombardia. Attorno alla città è stata allestita una corona di 16 mila posti auto collegati all’impianto sportivo con bus navetta e sulle strade lavoreranno circa 200 vigili. I parcheggi si trovano in periferia: viale Elvezia, via Stucchi, via Santa Anastasia, stadio Brianteo e palazzetto dello sport.

Le linee che collegano col parco sono due: blu e verde, più una terza, quella nera, che fa la spola con la stazione ferroviaria. Domenica 8 settembre saranno poi disponibili treni speciali gratuiti dalla stazione di Milano Centrale a Biassono – Lesmo. L’ obiettivo è di tenere le auto più lontane possibile dal Parco.

Qui la mappa dei divieti e parcheggi

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi