04 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Condannati per rissa a colpi di ascia, condomini ai domiciliari

Condannati per rissa a colpi di ascia, condomini ai domiciliari

8 Settembre 2013

Hanno litigato per chi doveva avere la precedenza a passare nell’atrio del condominio e sono finiti in ospedale colpiti dai colpi di ascia del padre di uno di loro. Arrestati per rissa e lesioni, sono poi stati tutti condannati ed associati ai domiciliari. Nello stesso palazzo.

Era il 26 luglio scorso quando via Marsala a Brugherio è stata letteralmente transennata a causa di una violenta rissa tra due giovani nordafricani ed un pregiudicato italiano di 38 anni. Motivo del contendere? Problemi di convivenza condominiale, pare addirittura lo scontro sia nato in seguito ad un battibecco per chi dovesse avere per primo accesso all’atrio di casa. Il padre del 38enne pregiudicato, un sessantaquattrenne, vedendo il figlio scendere in strada con i condomini e spintonarsi vicendevolmente, ha pensato bene di scendere a dare “man forte” alla sua progenie armato di ascia. Nel sferrare fendenti a destra e manca, l’uomo li ha feriti tutti, figlio compreso. Usciti dall’ospedale, i quattro sono stati tutti arrestati e condannati a pene comprese tra sei mesi ed un anno. La pena verrà scontata ai domiciliari per tutti e quattro gli imputati, sperando che non si incontrino spesso sulle scale.

 

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi