28 Novembre 2020 Segnala una notizia
Vacanze in sicurezza: ecco il vademecum

Vacanze in sicurezza: ecco il vademecum

14 Agosto 2013
Vivere in una casa “tranquilla” rappresenta il desiderio di tutti ed alcuni semplici accorgimenti possono renderla maggior mente sicura. È necessario tener presente che i ladri in genere agiscono dove ritengono vi siano meno rischi di essere scoperti: ad esempio, in un alloggio momentaneamente disabitato.
Per questo il comune di Triuggio ha diffuso un vademecum utile a trascorrere delle vacanze serene. Quelli che seguono sono alcuni
suggerimenti da adottare per la sicurezza propria e del luogo in cui si vive:
PORTE.
– Quando esci di casa assicurati che la porta dell’appartamento ed il portone del palazzo siano ben chiusi. Anche se sei in casa chiudi la porta con più mandate;
– quando sei in casa non lasciare la chiave nella toppa: i ladri potrebbero farla ruotaredall’esterno avvalendosi di una calamita o altro mezzo;
– non aprire il portone o il cancello con impianto automatico se non sai chi ha suonato;
– aumenta, se possibile, le difese passive e di sicurezza, installando, per esempio, una porta blindata con spioncino e serratura di sicurezza, un impianto d’allarme, collegato possibilmente con la centrale operativa del 112;
– anche l’installazione di videocitofono e/o di telecamere a circuito chiuso è un accorgimento utile;
– se tornando a casa trovi la porta aperta o chiusa dall’interno o noti segni di scasso, avverti subito le Forze dell’Ordine.
– Dentro l’appartamento potresti trovare sia il ladro esperto, che non perde la testa, sia quello “alle prime armi” o tossicodipendente che, vistosi scoperto, potrebbe reagire con violenza;
– chiedi che gli addetti alle pulizie delle scale condominiali siste mino il tappetino davanti alla porta di casa nella stessa posizione in cui l’hanno trovato, e che non venga mai lasciato sollevato in alto o appoggiato vicino all’ingresso, perché potrebbe indicare che in quella casa non c’è nessuno.
FINESTRE
– Se abiti in un piano basso o in una casa indipendente, metti delle grate alle finestre oppure dei vetri antisfondamento.
CHIAVI E SERRATURE
– Custodisci sempre le chiavi di casa con molta cura ed attenzione;
– se le perdi sostituisci la serratura e se devi duplicarle provvedi personalmente;
– non consegnare le chiavi di casa a nessuno, potrebbero essere duplicate a tua insaputa;
– evita di attaccare al portachiavi targhette con nome ed indirizzo che possano, in caso di smarrimento, far individuare immediatamento l’appartamento;
– non lasciare mai la chiave sotto lo zerbino o in altri posti facilmente intuibili e vicini all’ingresso. Non fare lasciare biglietti di messaggio attaccati alla porta che stanno ad indicare che in casa non c’è nessuno.
CASSETTA DELLA POSTA
– Metti solo il cognome sia sul ci tofono sia sulla cassetta della posta per evitare di indicare il numero effettivo di inquilini (il nome identifica l’individuo, il cognome la famiglia);
– evita che si accumuli troppa posta nella cassetta delle lettere; potrebbe essere il segno della prolungata assenza dei proprietari di casa.
PER UNA MAGGIORE SICUREZZA DELL’ABITAZIONE
– Illumina con particolare attenzione l’ingresso e le zone buie. Se all’esterno c’è un interruttore della luce, proteggilo con una grata con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa disattivare la corrente;
– non mettere al corrente tutte le persone di tua conoscenza dei tuoi spostamenti (soprattutto in caso di assenze prolungate);
– se abiti da solo, non farlo sapere a chiunque;
– in caso di assenza prolungata, avvisa solo le persone di fiducia e concorda con uno di loro che faccia dei controlli periodici;
– nei casi di breve assenza, o se sei solo in casa, lascia accesa una luce o la radio in modo da mostrare all’esterno che la casa è abitata. In commercio esistono dei dispositivi a timer che possono essere programmati per l’accensione e lo spegnimento a tempi stabiliti;
– sulla segreteria telefonica, registra il messaggio sempre al plurale. La forma più adeguata non è “siamo assenti”, ma “in questo momento non possiamo rispondere”. In caso di assenza, adotta il dispositivo per ascoltare la segreteria a distanza;
– considera che i primi posti esaminati dai ladri, in caso di furto, sono gli armadi, i cassetti, i vestiti, l’interno dei vasi, i quadri, i letti ed i tappeti;
– se hai degli oggetti di valore, fotografali e riempi la scheda con i dati considerati utili in caso di furto;
– conserva con cura le fotocopie dei documenti di identità e gli originali di tutti gli atti importanti (rogiti, contratti, ricevute fiscali, etc.);
– se appena rientrato in casa ti rendi conto che l’appartamento è stato violato non toccare alcunché per non inquinare le prove e avverti subito le Forze dell’Ordine.
Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi