01 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Quasi finita la Bananina: ecco cosa manca da fare

Quasi finita la Bananina: ecco cosa manca da fare

23 Agosto 2013

A quasi due mesi dall’apertura, la Bananina, la variante alla provinciale Sp2 all’altezza di Vimercate, è ormai entrata in funzione a pieno regime, con molti benefici alla circolazione, anche se qualcosa è ancora da portare a termine.

A partire dai guard-rail completamente mancanti nel tratto di strada vicini all’Esselunga fino a via Santa Maria Molgora. Da sistemare in quel tratto anche la segnaletica orizzontale e le piccole aiuole con il verde oggi totalmente incolto. Concluse, o quasi, le piste ciclabili annesse all’opera: la principale è quella che permette da via Milano di raggiungere il quartiere Torri Bianche e che passa sotto la nuova provinciale vimercate-ciclabile-1evitando il traffico, come avvenivano in precedenza. Asfaltate anche le ciclabili che portano all’isola ecologica e quella che da Moriano raggiunge il centro di Burago Molgora. Unica pecca il fondo dell’asfalto a volte molto sconnesso e che rende la pedalata più movimentata del dovuto e il verde che costeggia la ciclabile che sta invadendo la pista.

A braccetto con l’ultimazione della Bananina andranno anche i lavori di sistemazione delle due nuove rotatorie costruite dal comune in fondo a via Milano e a via Risorgimento:

“Entro la fine di ottobre verrà completamente riasfaltato il tratto interessato e verranno sistemate le due rotatorie che verranno dotate di cordoli adeguati – afferma l’assessore all’urbanistica Guido Fumagalli – all’altezza dell’attraversamento ciclabile di via Santa Maria Molgora verrà anche realizzato un rialzamento per permettere ai ciclisti di attraversare la strada senza problemi, rallentando le auto”.

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Articoli più letti di oggi