01 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Si è costituito il pirata della strada che ha investito la sedicenne Beatrice Papetti

Si è costituito il pirata della strada che ha investito la sedicenne Beatrice Papetti

17 Luglio 2013

Ha trentanove anni ed è di origine magrebina, il pirata della strada che mercoledì scorso ha investito ed ucciso la sedicenne Beatrice Papetti sulla sp11 di Gorgonzola, per poi sparire nel nulla. Questa notte l’uomo, forse in preda ai rimorsi di coscienza, si è costituito ai carabinieri.

La piccola Bea, travolta a pochi metri da casa dove stava facendo rientro in bici insieme al cugino maggiorenne, al termine di una serata nel centro cittadino con amici, è morta poco dopo l’arrivo all’ospedale di Melzo. Gli investigatori, dopo svariati giorni ad analizzare la scena dell’incidente e raccogliere materiale, erano sempre più vicini a stringere il cerchio intorno al responsabile. I carabineri hanno infatti setacciato per giorni tutti i comuni della Brianza e del milanese, da dove il presunto colpevole avrebbe potuto partire una settimana fa per poi transitare dalla sp11 ed uccidere la giovane Beatrice. Sentedosi braccato dai carabinieri e dal rimorso, probabilmente E.H.G., non ha retto e si è presentato alla caserma di Cassano D’Adda insieme ad un avvocato.

La gravità dell’incidente, a quanto sembra aver dichiarato l’uomo, lo ha terrorizzato ed indotto a fuggire.  A convincerlo a costituirsi, sarebbero stati i numerosi servizi televisivi, gli articoli di giornale. Vedere il volto della giovane uccisa, lo avrebbe tormentato fino a spingerlo a confessare.   L’uomo è stato ascoltato tutta la notte in caserma e poi arrestato.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi